Ricette

Buttermilk Quick Bread

Buttermilk Apple Bread

Ma dite un pò, avete mai organizzato un brunch? Vi potrebbe interessare?

Traduco per chi non fosse avvezzo alla pratica.
Brunch = Breakfast + lunch = domenica mattina senza sveglia, con la luce che invade casa, un vaso di tulipani sul tavolo, un gruppo di amici, tante chiacchiere e profumo di cose buone nell’aria.

Pensateci, perché è un’esperienza che merita e questa ricetta é perfetta.

Oltreoceano (ma non solo) lo chiamano bread ma insomma, se noi pensiamo al pane ci immaginiamo una pagnotta o un filoncino o una michetta, certamente niente che possa prendere la forma di un plumcake.

Resta il fatto che è buonissimo, sia in versione dolce che in versione salata, ed è una di quelle ricette che si prestano a mille esperimenti di sicura riuscita.

L’ho scoperto in questo articolo che praticamente vi ripropongo in toto, bellissimo e subito salvato nei preferiti. Propone un impasto base e tutta una serie di varianti che permettono di sperimentare e paciugare come non ci fosse un domani.

Immortalata nella foto qui sopra e anche qui sotto, trovate la versione mele, noci e cannella, la “terzina” preferita di questo periodo. Qualche settimana fa invece, avevo sperimentato quella con il pesto, buonissima pure lei.

Buttermilk Apple Bread

Dicevamo del brunch. Se il quick bread vi ha acchiappato, potete preparare l’impasto base che trovate nel box della ricetta qui sotto, e se proprio volete esagerare, dividerlo in due parti e insaporire ognuna in maniera diversa (mantenete le giuste proporzioni, mi raccomando). Per farlo potete scegliere tra le enne-varianti che vi racconto oppure fare di testa vostra che c’è ancora più gusto!

Poi aggiungete – non all’impasto eh! – succo di arancia, pancake con sciroppo d’acero e frutta fresca e siete a metà del brunch.

A piacere, mettete in tavola un tagliere di formaggi e salumi di ottima qualità e magari qualche altra sfiziosità. Gli scones al parmigiano reggiano, ad esempio, potrebbero fare al caso vostro . Oppure una torta salata o ancora una frittata.

Qui sotto trovate la ricetta base, più sotto ancora le varianti dolci e salate, direi che non manca più niente.

Che ve ne pare? Ricetta e brunch per domenica?

Buttermilk Quick Bread
Autore: 
Porzioni: teglia plumcake da 25 cm
 
Cosa vi serve
  • 300 gr di farina 00
  • 115 gr di zucchero
  • 1 cucchiaino e ½ di lievito
  • ½ cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaino di sale
  • 240 gr di latticello (buttermilk)
  • 50 gr di burro
  • 1 uovo
Mettiamoci al lavoro
  1. In una ciotola capiente mescolate la farina, lo zucchero, il lievito, il bicarbonato e il sale.
  2. Fate sciogliere il burro.
  3. In un’altra ciotola mescolate il burro sciolto con il latticello e aggiungete l’uovo.
  4. Versate gradualmente gli ingredienti liquidi nella ciotola degli ingredienti secchi e mescolate l’impasto con un cucchiaio di legno fino a che la farina non risulta completamente assorbita. Non lavorate l’impasto più del necessario.
  5. Versate l’impasto nella teglia e mettete in forno già caldo a 180 gradi per 45/50 minuti.
  6. Una volta freddo potete anche decidere di congelarlo, si conserva per 3 mesi.
Note
Se non riuscite a trovare il buttermilk potete sostituirlo con un mix di yogurt e latte in proporzioni uguali

 

Qui sotto sentirete spesso parlare di cup: è una misurazione degli ingredienti in volume, anzichè in peso, ed è usata soprattutto nelle ricette americane. Considerate che 1 cup corrisponde a 240 ml circa. La cosa più semplice che potete fare – oltre a procurarvi dei misurini per cup che dovreste trovate anche all’Ikea – è chiedere al signor Google. Scrivete “cup in” … e vi si aprirà un mondo!

Vi consiglio anche questo sito http://www.cookitsimply.com/measurements/ che riporta per molti ingredienti l’equivalente in grami di cup & co.

Modifiche alla ricetta base:

  • Lo zucchero può essere ridotto a un cucchiaio
  • Potete sostituire metà della farina con una farina alternativa, esempio integrale o di farro
  • Potete sostituire il buttermilk con un mix di yogurt e latte o latte e una spruzzata di limone
  • Utilizzate fino a 1 cup e 1/2 di frutta, noci, olive, formaggio o altri ingredienti, aggiungendoli sempre agli ingredienti secchi
  • Potete usare 1-3 cucchiaini di erbe o spezie, anche queste aggiunte agli ingredienti secchi

VARIANTI:

  • Cranberry e noci – 1 cup di cranberry secchi, 1/2 cup di noci tritate, 1 cucchiaino di essenza di vaniglia, la buccia grattuggiata di un’arancia
  • Mele e cannella – 1 cup di mele tagliate a cubetti, 1 cucchiaino di cannella, 1/2 cup di noci 
  • Ciliegie e mandorle – 1 cup di ciliegie secche, 1/2 cup di mandorle tostate e tritate, 1 cucchiaino di estratto di mandorla
  • Mirtilli – 1 cup di mirtilli freschi o surgelati, 1 cucchiaino di essenza di vaniglia, la buccia grattuggiata di un limone
  • Zenzero e arancia – la buccia grattuggiata di due arance, 1/4 cup di zenzero candito tritato, 1 cucchiaino di cannella, un pizzico di chiodi di garofano, un pizzico di noce moscata
  • Erbe, pomodori secchi e formaggio – ridurre lo zucchero a 1 cucchiaio, 1/2 cup di formaggio grattugiato, 1 cucchiaino di origano, 1/2 cucchiaino di timo, 2 cucchiai di pomodori secchi tritati
  • Cipolla e aneto – ridurre lo zucchero a 2 cucchiai, aggiungere una cipolla tritata fatta andare in padella fino a renderla morbida, 1 cucchiaio di aneto fresco tritato
  • Pesto – ridurre lo zucchero a 1 cucchiaio, 1/4 cup pesto, 1/2 cup parmigiano grattugiato
  • Piccante con peperoni Jalapeno – ridurre lo zucchero a 2 cucchiai, 1/4 cup di peperoni jalapeno tritati, 1 cup di formaggio grattugiato (cheddar), 2 cucchiaini di peperoncino in polvere
Pin It
Print Friendly

Qualche idea in più:

13 pensieri su “Buttermilk Quick Bread

  1. Topi

    Ricetta cascata a fagiuolo, dato che avevo 500ml di latticello che non sapevo come utilizzare!
    Fatto con metà farina integrale e metà 00 (anche se ero tentata di farlo tutto con l’integrale… poi non ho voluto rischiare!) e con quello che avevo in casa: uvetta, nocciole ed 1 pera, aromatizzato con cannella, noce moscata e vanillina. Anche se quindi fatto una versione dolce, ho comunque ridotto lo zucchero ad un cucchiaio (sono perennemente a dieta!) e gli ho aggiunto giusto una spruzzata mini di scrippo d’acero.
    Ci ho pensato solo quando l’ho infornato… e se avessi usato dell’olio invece del burro (che comunque è in quantità miserrima)?
    Già assaggiato ed è buono assai! :D

    Quasi quasi faccio fuori così anche il restante latticello e poi surgelo!

    Grazie! :)

    Replica
    1. Sweetie Autore articolo

      Ciao! Mi piacciono uvetta, nocciole e pera!! Sullo zucchero condivido, si può ridurre tranquillamente, fammi sapere se sperimenti con la sola farina integrale, così magari aggiorno la ricetta con le tue indicazioni :)
      Grazie a te di essere passata e aver condiviso il tuo esperimento!

      Replica
      1. Topi

        Ehm… proprio in questo momento ho infornato il secondo! :) Dato che ho trovato una ricetta che mi piace, ne approfitto per smaltire il restante latticello e surgelare!
        Anche in questo caso ho di nuovo fatto metà integrale e metà 00, un cucchiaio di zucchero ma ho usato l’olio invece del burro e niente sciroppo d’acero. Questo è al caffè e… cruesli Quaker al cappuccino al cioccolato! Un acquisto fatto mesi fa, mai ancora aperto (perchè mi sento in colpa… “troppo calorico! ahahahahahah, scema) ma ormai non lontanissimo dalla scadenza!
        Purtroppo non assaggerò subito, proprio perchè surgelo, ma se noto qualche differenza dovuta all’olio, segnalerò!
        Prossima volta, solo integrale! :)
        Ancora grazie e buona serata!

        Replica
    1. Sweetie Autore articolo

      Infatti l’unico problema di questa ricetta è scegliere la versione!! :-)
      Con il tris noci, mela e cannella ci ho fatto colazione ed era squisitissima!
      Grazie mille, troppo carina!

      Replica

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Rate this recipe: