Cake e plumcake

Plumcake rabarbaro e pistacchi

Plumcake rabarbaro e pistacchio

Siamo davvero ai saluti?

Con questo plumcake mi sono giocata le ultime coste. Saluti e baci, come si dice, ma con questo chiudiamo in bellezza.

La settimana del rabarbaro finisce qui e io sono già in modalità nostalgia canaglia. Vi prego allungatemi due coste. Devo assolutamente tornare dal verduraio spacciatore di fiducia.

Intanto vi ringrazio per avermi accompagnata fin qui. Siete stati un amore, tutti quanti. Nessuno che mi abbia dato della matta da legare. Tutti a sostenere la coltivazione diretta del rabarbaro. Un tot di lovvo nell’aria.

E’ stato bello insomma e questo plumcake é davvero il lieto fine.

Cos’altro dire? Adottate un rabarbaro, ormai lo sapete. Fatevi adottare da un rabarbaro, é quello che sto cercando di fare io.

Nel caso, sarete i primi a saperlo.

Io intanto vado. Torno a infornare biscotti, che per tenere testa alla nostalgia canaglia servono le maniere forti.

5.0 from 2 reviews
Plumcake rabarbaro e pistacchi
Autore: 
 
Ricetta tratta da: http://www.ricardocuisine.com/
Cosa vi serve
  • 200 gr di rabarbaro tagliato a pezzetti di 2 cm circa
  • 160 gr di zucchero
  • 280 gr di farina
  • 50 gr di pistacchi tritati finemente in un robot da cucina
  • 2 cucchiaini di lievito in polvere
  • 130 gr di burro ammorbidito
  • 3 uova
  • 125 ml di latte
Mettiamoci al lavoro
  1. In una ciotola, unite il rabarbaro e 50 gr di zucchero. Mescolate e fate riposare per un'ora a temperatura ambiente.
  2. In una seconda ciotola, unite la farina, pistacchi, e il lievito. Mettete da parte.
  3. Nella planetaria o con le fruste elettriche lavorate a crema il burro con lo zucchero rimasto.
  4. Aggiungete le uova, una alla volta, e sbattete il tutto fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo.
  5. A bassa velocità, aggiungete gli ingredienti secchi alternandoli al latte fino a quando l'impasto è liscio.
  6. Con una spatola, aggiungete il rabarbaro e il suo succo. Mescolate per amalgamare.
  7. Preriscaldate il forno a 180 ° C e foderate una teglia da plumcake ( 23 x 13 cm ) rivestita di carta forno
  8. Versate il composto nella teglia e fate cuocere per 40/50 minuti o fino a quando uno stuzzicadenti inserito nel centro esce pulito.
  9. Fate raffreddare completamente prima di servire.

Pin It
Print Friendly, PDF & Email

Qualche idea in più:

7 pensieri su “Plumcake rabarbaro e pistacchi

  1. Miu

    …che poi, com’è che non t’è venuta voglia di cookiesizzare con il rabarbaro?
    Non si può? Fatica? Paura di diventarne addicted? Eh sì…
    Ti dico che è da poco che il mio approccio ai biscotti è divenuto vero e proprio rapporto… insomma da quando ho deciso che il mio amore (non peloso, ma peloso a modo suo) non avresse dovuto più mangiare biscotti commerciali da supermercato! u_u
    Detto questo (e in modo poco subliminale, avendo provato a instillarti quella voglia matta di far cookies con Mr. Rhubarb) potrei mangiare plum cake fino allo svenimento. Se ci metti i pistacchi mi fai felice, quel tocco di rosso amaranto l’avrei proprio assaggiato, però! Chissà di che sa! 😀

    Replica
    1. Miu

      *naturalmente il mio AVRESSE voleva confondere le idee! u_u
      E’ solo per sapere che tipo di affetto ti lega ai congiuntivi in genere e se hai contatti con i parenti condizionali! u__________u
      Certo, se è amore, la grammatica va venerata!
      Era AVREBBE! -_-‘

      Replica
  2. Stefania

    Lo sapevo, lo sapevo che andava a finire così, che ora mi tocca disperatamente cercare 400 gr. di rabarbaro – 200 per la marmellata e 200 per il dolce meravigliosissimo qui sopra…
    Verduraio nonché spacciatore di fiducia dove sei ???
    E che lo dico a fare: bellissima la foto ! Come sempre!
    Un bacio, Stefania.

    Replica
    1. Sweetie Autore articolo

      Sto seriamente pensando di avviare un servizio di utilità nazionale, con l’elenco dei verdurai spacciatori di rabarbaro su tutta la penisola, isole comprese. Che dici? :-))))

      Replica
  3. Francesca P.

    L’ho guardato bene stamattina il mio sedano… ma no, non ha i riflessi rossi nei capelli del rabarbaro e non posso metterlo al suo posto nel plumcake…
    Secondo me questo è un arriverderci, non un addio. Ormai vi siete innamorati, tornerai a cercarlo… e lui si farà trovare perchè gli piace farsi coccolare da te e da tante zie come noi che lo abbiamo subito accolto come uno di famiglia… 🙂
    La nostalgia canaglia che ti prende proprio quando non vuoi e ti ritrovi con un cuore di paglia (!!!!!) sarà attenuata dai tuoi biscotti, che sono sempre la cura per tutto… almeno fino al prossimo viaggio dallo spacciatore di fiducia che ormai è diventato uno degli uomini più desiderati dalle blogger e non lo sa! 😀

    Replica
    1. Sweetie Autore articolo

      E infatti sono finita in mezzo ai biscotti, che qui si sta bene, ti dirò. C’è pure il lemon curd.
      Per tenere testa alla nostalgia le sto provando tutte! :-))))))

      Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: