Archivio tag: Vaniglia

Biscotti

Treccine vaniglia e cacao

Biscotti (4)

Fedele alla massima che chi biscotta il primo dell’anno biscotta tutto l’anno, rieccomi qui, tra la fine e il principio, con una giusta dose di farina, burro e zucchero, una spruzzata di cacao e il profumo di vaniglia nell’aria.

Che sia di buon auspicio per questo 2015 che vediamo di che pasta sei fatto. E se devo dirla tutta faccio il tifo che sia pasta frolla.

Ho deciso che.

Buoni propositi non ne faccio e promesse nemmeno.

I bilanci li lascio a chi sa fare di conto. Io che ho sempre guardato con sospetto i numeri preferisco dedicarmi alle parole e alle immagini – soprattutto alle immagini –  e a quel modo unico e speciale che hanno di raccontare tutto quello che.

Treccine vaniglia e cacao (3)

L’altro giorno erano speculoos vestiti da omini di pan di zenzero. Oggi invece sono treccine al cacao e alla vaniglia che se volete regalare una piccola dolcezza fanno proprio al caso vostro.

Lì in mezzo anche i frollini al caffè e cardamomo, ve li ricordate? Se ve li siete persi, fate in modo di rimediare subito.

Treccine vaniglia e cacao (1)

Ho uno zaino da preparare e un treno per Roma da prendere.

Ho bisogno di fermarmi, chiudere gli occhi e respirare. Ognuno lo fa a modo suo. Per me sono passi da camminare, foto da scattare, abbracci da scambiare, filetti di baccalà da mangiare e odori da annusare.

Io vado. E se butta bene, trovo pure il sole.

Alle soglie di questo nuovo anno, non credo che avrei raccontato di biscotti & biscotti se non avessi avuto quella scatolina di legno da riempire. A te, grazie.

Treccine vaniglia e cacao
Autore: 
 
Ricetta tratta da "Profumi di biscotti" di Rossella Venezia
Cosa vi serve
  • 280 gr di farina 00
  • 120 gr di burro morbido
  • 100 gr di zucchero semolato
  • 2 tuorli
  • 40 gr di latte intero
  • 15 gr di cacao
  • 1 baccello di vaniglia
Mettiamoci al lavoro
  1. In una ciotola capiente lavorate il burro con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso e chiaro.
  2. Continuate a lavorare aggiungendo i due tuorli e facendoli amalgamare bene.
  3. Unite poi il latte e per ultimo la farina.
  4. Impastate su un piano di lavoro, il tempo necessario per mettere insieme l’impasto.
  5. Pesatelo e dividetelo in due parti uguali, ad uno aggiungete i semini del baccello di vaniglia e all’altro il cacao setacciato.
  6. Formate due palle e fatele riposare in frigorifero per almeno un’ora.
  7. Scaldate il forno a 180 gradi, riprendete gli impasti e ricavate da entrambi dei cilindretti.
  8. Arrotolateli delicatamente e formate delle treccine.
  9. Tagliate i biscotti ad una lunghezza di 8/10 centimetri, disponeteli su una teglia rivestite da carta forno e fate cuocere per 15 minuti circa.

 

Pin It

Qualche idea in più:

Biscotti

Vaniljdrömmar (Sogni di Vaniglia)

Vaniljdrömmar

Per dire quanto tengo a voi, prima di mettermi a raccontarvi questi biscotti, li ho preparati, mangiati – un tot per togliermi ogni dubbio – e ho aspettato che venisse mattina.

Perchè quando negli ingredienti trovi la parola ammoniaca (per dolci, mi raccomando!) qualche dubbio ti viene. E quando porti a casa l’ammoniaca per dolci, apri la bustina e senti che sa proprio di ammoniaca, i dubbi si moltiplicano.

Cosa vi dicevo giusto qualche giorno fa sui segni distintivi del cookies-addicted?

Tra il farsi arrivare uno stampino per biscotti dall’Olanda e il fatto di avere le formine di biscotti doppie tipo le figurine, ecco una nuova caratteristica distintiva.

Il vero cookies-addicted si lancia temerario e spregiudicato nella sperimentazione di nuovi biscotti senza lasciarsi intimidire da niente e da nessuno.

Nemmeno dalla presenza di sostanze potenzialmente tossiche.

Vaniljdrömmar

Mi piace giocare con le parole però non vorrei boicottare il mercato dell’ammoniaca per dolci.

Intanto chiamiamola con il suo nome, vale a dire carbonato di ammonio, e soprattutto – la cosa più importante – è un ingrediente tipico di alcune preparazioni di biscotti che non nuoce alla salute.

Se vi capitano ricette che utilizzano il carbonato di ammonio cercate di non sostituirlo con il lievito, non otterreste mai la stessa croccantezza, leggerezza e fragranza che è tipica dei biscotti preparati con l’ammoniaca.

Voi provateli, io intanto mi dedico a un nuovo progetto, il Decalogo del perfetto Cookies-Addicted in dieci venti trenta millanta punti.

Che i biscotti (più o meno) li so fare, sui conti ci stiamo lavorando.

Vaniljdrömmar
Autore: 
Porzioni: 40/50 biscotti
 
Ricetta tratta dal blog di Linda Lomelino http://blogg.amelia.se/lindalomelino/
Cosa vi serve
  • 125 gr di burro a temperatura ambiente
  • 300 gr di zucchero
  • 15 gr di zucchero alla vaniglia (per me i semini di una bacca di vaniglia)
  • 113 ml di olio neutro
  • 300 gr di farina
  • 1 cucchiaino di ammoniaca per dolci (carbonato di ammonio) o 2 cucchiaini di lievito
Mettiamoci al lavoro
  1. Lavorate il burro insieme allo zucchero e unite i semini ricavati dalla bacca di vaniglia.
  2. Aggiungete l'olio e lavorate fino ad amalgamarlo.
  3. Mescolate la farina ed il carbonato di ammonio e aggiungeteli al composto di burro.
  4. Lavorate l’impasto fino a renderlo omogeneo.
  5. Formate i biscotti usando 25/28 gr di impasto.
  6. Disponeteli su una teglia coperti da carta da forno, distanziati tra loro.
  7. Cuocete i biscotti in forno già caldo a 150 gradi per 20/25 minuti. Una volta pronti fateli raffreddare su una gratella

Pin It

Qualche idea in più: