Dolci

Crumble di pere allo zenzero

Questa ricetta sarebbe balzata agli onori della cronaca diverso tempo fa, se non mi fossi ingarbugliata con l’ISO della reflex.

Tra uno scatto e l’altro mi pareva che qualcosa non tornasse, mi dicevo “si però c’è qualcosa che non va, vabbè dai poi le vedo al pc”, non sarà capitato solo a me di scattare in pieno giorno con un ISO  a 1600 pensando di averlo a 100, no? Quando ho scoperto che l’ISO era impostato alla zio piffero (ma proprio piffero), i crumble era spariti da un pezzo.

Solo domenica ho avuto l’occasione di prepararli nuovamente, mettendo a punto una tecnica di raffreddamento che non è da tutti.

Dovete sapere che quando preparate il crumble, la prova più ardua che vi tocca affrontare, non riguarda la preparazione dell’impasto, nè tanto meno la cottura in forno. La mission impossible sta tutta nel saper resistere il tempo necessario a far intiepidire la delizia. Pensateci un attimo: sentite questo profumo esagerato e voi, impassibili, non alzate la forchetta manco per niente. Mica facile, dico io.

Ed ecco come ho risolto.

Vi servono un balcone, un tavolino e qualche oggetto di contorno. Non appena il crumble è pronto, senza badare al fatto che sta arrivando l’inverno e che fuori fa un freddo porco (si può dire porco vero?) piazzatevi sul balcone e scattate due-tre-quattro (ad-libitum) foto. Fatto? In questo modo avrete centrato tre obiettivi: il crumble avrà raggiunto la giusta temperatura, voi avrete un ricordo della delizia da mostrare a parenti e amici, e ultimo ma non ultimo vi sarete congelati quel tanto che basta da esaltare all’ennesima potenza la goduria di un crumble tiepido al punto giusto.

Ma quante ne so?

4.0 from 1 reviews
Crumble di pere allo zenzero
Autore: 
 
Cosa vi serve
  • PER IL RIPIENO DI FRUTTA
  • 7 pere grandi
  • 40-50 gr di zucchero
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 1 cucchiaino di scorza di limone grattugiata
  • 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato
  • un pizzico di sale
  • PER IL CRUMBLE
  • 100 gr di farina
  • 120 gr di zucchero
  • ¼ cucchiaino di sale
  • 70 gr di fiocchi di avena
  • 50 gr di mandorle
  • 120 di burro freddo a pezzetti
Mettiamoci al lavoro
  1. Sbucciate le pere, privatele del torsolo e tagliatele a pezzetti. Trasferitele in una ciotola capiente e mescolatele con lo zucchero, il succo e la scorza di limone, il sale e lo zenzero.
  2. In un frullatore mettete tutti gli ingredienti per il crumble e frullate il tutto alla massima velocità in modo da ottenere il crumble: un composto di briciole medio grosse.
  3. Imburrate una pirofila da forno non troppo bassa, poi versateci le pere.
  4. Spolverizzate il crumble sulla frutta, in modo da coprirla completamente.
  5. Infornate e cuocete a 190° per 30-40 minuti.
Note
Io ho preparato tre cocotte individuali dividendo le dosi per tre e utilizzando due pere. Preferite dell'altra frutta? Salvatevi comunque la ricetta: i fiocchi di avena e le mandorle rendono il crumble ancora più croccante e gustoso! Ho provato questa ricetta durante un corso di dolci americani di Laurel Evans e non l'ho più abbandonata! ^^

In realtà valeva la pena rifare le foto solo per usare quelle ciotoline fantasmagoriche che vedete negli scatti. Sono state il regalo di un’amica che non avrebbe proprio dovuto farlo, ma che mi ha fatto contenta come fosse Natale. Un abbraccio Anto!
Pin It
Print Friendly

Qualche idea in più:

6 pensieri su “Crumble di pere allo zenzero

    1. Sweetie Autore articolo

      Brava! Il rabarbaro era nei pensieri da un pò, al Salone del Gusto mi sono presa una confettura, questo tuo commento è fonte di ispirazione! ^___^

      Replica
  1. Jacqueline

    I think other site proprietors should take this web site as
    an model, very clean and excellent user friendly style
    and design, as well as the content. You’re an expert in this topic!

    Replica
  2. Moises

    Thanks for the auspicious writeup. It in fact used to be a
    entertainment account it. Glance complicated to far
    introduced agreeable from you! However, how could we keep up a correspondence?

    Replica
  3. traslocare

    Blog davvero interessante, peccato non sia ancora disponibile la versione mobile. Almeno io non l’ho trovata, infatti per leggere questo articolo sul mio telefono ci messo mezz’ora. Perlomento era interessante e ben scritto.

    Replica

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Rate this recipe: