Gratin di cavolfiore al formaggio

Gratin di cavolfiore al formaggio

Per l’appuntamento di questa settimana con il Meat Free Monday, dopo aver acceso le luci della ribalta sul Sig. Porro  con la ricetta della Pizzetta porri, patate e feta e quella della Torta salata porri e ricotta, ho deciso di dedicarmi a Mr. Cavolfiore.

Parliamone perché il soggetto merita tutte le attenzioni del caso.

Scoperto alla veneranda età di 34 anni – non chiedete – in un attimo siamo diventati amici per la pelle. In queste serate invernali, mi capita spesso di prepararlo per cena, insieme a carote e zucchine. Lo cucino al vapore con un filo d’olio extravergine di oliva e del fleur de sel che sulle verdure è una cosa da urlo.

Gratin di cavolfiore al formaggio

Nella ricetta di oggi Mr. Cavolfiore è vestito a festa: tutto merito di una besciamella preparata con del formaggio di capra e un pizzico di senape in polvere (la stessa che ho scoperto nella Pie di verdure) e che rischia di finire a cucchiaiate prima ancora di mettere il cavolfiore in forno.

Segnatela e tenetela a mente, usatela per condire una pasta al forno, io dico che viene una cosa memorabile.

Ma non perdiamo il focus sul vero protagonista della ricetta di oggi, seguitemi nella lettura della sua scheda segnaletica per la quale ringrazio l’affidabilissimo Verdure e Legumi curato da Slow Food.

IL CAVOLFIORE: SCHEDA SEGNALETICA

La pianta si presenta con una testa compatta formata da tante “cimette” innestate su un piccolo stelo centrale e con alla base foglie ricurve. A seconda delle varietà può presentarsi bianco candido, color crema o violetto.

In cucina l’uso è piuttosto vasto, nonostante alcune ambiguità legate ai diversi nomi regionali: in Sicilia e in altre regioni del Sud, per esempio, il cavolfiore prende il nome di broccolo.

E’ un ortaggio tipico del periodo invernale, anche se ormai lo si può trovare durante tutto l’anno. Al momento dell’acquisto è bene che l’ortaggio abbia ancora le foglie: il fatto che risultino lievemente dure a spezzarsi è un indice di freschezza. A ulteriore garanzia, è bene verificare che le infiorescenze siano compatte, prive di macchie scure o germogli verdi.

Può essere bollito oppure sbollentato se si prevede una seconda cottura (ad esempio se lo si vuole poi friggere o saltare in padella). E’ ottimo cotto al vapore e anche al cartoccio.

Ora ditemi, ma quante ne sa Mr. Cavolfiore?

5.0 from 1 reviews
Gratin di cavolfiore al formaggio
Autore: 
Porzioni: 2
 
Cosa vi serve
  • 250 gr di cavolfiore
  • 12 gr di burro
  • 12 gr di farina
  • 225 ml di latte
  • 60 gr di formaggio di capra
  • la punta di un cucchiaino di senape inglese in polvere (vedi note)
  • sale e pepe q.b.
  • 35 gr di pangrattato
  • ½ cucchiaio di semi di cumino
Mettiamoci al lavoro
  1. Pulite il cavolfiore, dividetelo a cimette e sbollentatelo o fatelo andare al vapore (tenetelo al dente, mi raccomando)
  2. Fate fondere il burro e aggiungete la farina. Fate andare per un paio di minuti poi togliete dal fuoco e aggiungete poco alla volta il latte.
  3. Rimettete sul fuoco e portate dolcemente a bollore, mescolando continuamente fino a che la salsa non risulta densa e omogenea.
  4. Aggiungete il formaggio di capra sbriciolato e la senape in polvere.
  5. Aggiustate di sale e pepe.
  6. Distribuite il cavolfiore in una pirofila o in cocotte monoporzione e copritelo con la salsa.
  7. Cospargete con il pangrattato e i semi di cumino e cuocete in forno già caldo a 190 gradi per 10/15 minuti (la ricetta diceva 20 minuti, ma a mio avviso ne bastano meno) fino a che la superficie non risulta dorata
Note
La ricetta originale era per 4 porzioni e prevedeva l'uso del cavolo. Io ho dimezzato le dosi per la besciamella e sostituito il cavolo con il cavolfiore, mantenendo però i 250 gr di verdura della ricetta originale Vi ricordo che la SENAPE INGLESE è un preparato in polvere (di colore giallo) di semi bianchi e neri misti a curcuma. Le senapi francesi e inglesi vengono chiamate “mostarde”, ma niente hanno in comune con la mostarda italiana che è un prodotto completamente diverso contenente una percentuale variabile di senape in polvere. Io ho usato questa qui: http://www.colmans.co.uk/our-range/mustards/mustard-powder/ e l’ho trovata all’Esselunga

Pin It
Print Friendly, PDF & Email

6 pensieri su “Gratin di cavolfiore al formaggio

  1. BARBARA

    Ciao!
    ADORO il cavolfiore, ma non l’ho mai provato con la senape inglese…buona idea!
    Se per stasera trovo gli ingredienti, provo ad infornare; con questa neve è l’ideale per nutrire corpo e anima…
    Ciao,
    Barbara

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: