Torta salata agli asparagi

Troppe cose da fare e troppo poco tempo per farle.
Per questo motivo, e per non farmi smadonnare in turco dal Cagnotto, notte tempo mi ritrovo a preparare la cena per il giorno dopo così da poter arrivare a casa all’alba delle nove (sigh) e sopravvivere uguale (più o meno…)
Effettivamente detta così fa un pò triste.
Facciamo finta di avere organizzato una cena tra amici o un pic nic in una valle verde ed incantata. Vuoi non cercare una ricettina sfiziosa, da preparare prima, che almeno una cosa è fatta? Eccallà ! 🙂
Recuperata sul www, non ricordo più dove, merita senz’altro una, ma diciamo pure enne repliche!

P.S. Visti gli orari, se mi mettevo pure ad allestire il set fotografico sarei stata appesa per il collo nell’atrio del palazzo. Ergo accontentatevi di un bel primo piano degli asparagi, prontamente recuperato con la collaborazione di Mr Google.

 

INGREDIENTI:
1 rotolo di pasta sfoglia
200/250 gr di ricotta
un mazzetto di asparagi
1 uovo (la ricetta ne dava 2)
1 manciata di parmigiano grattuggiato
emmenthal a fette
80 gr prosciutto cotto
sale e pepe

 

Se siete bravi andate dal fruttivendolo di fiducia, comprate un mazzetto di asparagi e cuoceteli al dente.
Se siete come me andate al supermercato, comprate la confezione di asparagi della bonduelle e aprite il barattolo 🙂
Frullate gli asparagi e poi unite l’uovo, la ricotta e il parmigiano grattuggiato. Frullate fino ad ottenere una crema bella densa (se volete aggiungete un cucchiaio di farina) e regolate di sale e pepe.
In una tortiera stendete la pasta sfoglia, ricoprite il fondo con le fette di emmenthal e poi fate uno strato con le fette di prosciutto.
In ultimo aggiungete la crema di asparagi e ricotta e livellatela bene.
Decorate con gli asparagi e poi mettete in forno a 180° per 30 minuti o comunque finchè la pasta sfoglia non risulti dorata.
E’ buona sia calda (magari fatela intiepidire un attimo se non avete la lingua felpata!) che fredda!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *