Patate Hasselback con Gruyere

Patate Hasselback

Amore a prima vista.

Le ho immortalate sul balcone, in un tete-a-tete che di lì a un attimo era il tramonto e la luce per scattare una foto era quasi ai saluti. Se proprio dobbiamo dirla tutta, sono piaciute anche ai vicini di casa che chissà che idea si sono fatti, vedendomi con un piatto, due patate e un cavalletto sul balcone della cucina.

Senza trucco e senza inganno. Prendi un tot di patate, le infilzi alla base e armata di santa pazienza le affetti sottili-sottili, che capisci subito a cosa serve infilzarle.

Potete fermarvi qui – che sono una bontà, sia chiaro – oppure, se vi sentite votati al sacrificio, potete tagliare a fettine sottili anche del Gruyere (lovvo!) e quasi a fine cottura, quando la pirofila è bollente e le patate pure, distribuire una fettina di Gruyere in ogni taglio.

Può sembrare un lavoraccio, ma vi assicuro che sanno farsi perdonare.

PatateHasselback-010_600x900

Trovate questa ricetta anche sul sito dei Formaggi della Svizzera, nell’ambito del progetto Delicate Food

Si tratta di un’ iniziativa promossa dal Consorzio dei Formaggi Svizzeri che ci invita a riflettere sul valore e sul significato che oggi ha assunto il cibo. Avere rispetto per ciò che si porta in tavola, saperlo valorizzare nel gusto ma anche nella presentazione, sedersi a tavola per vivere un’esperienza e non solo per soddisfare un bisogno.

Che poi dico Formaggi dalla Svizzera e subito penso alla bellissima esperienza del Time 4 Cheese – eravamo a maggio – una tre giorni per le terre elvetiche, alla scoperta delle regioni dello Jura e dell’Emme e dei caseifici che producono delle vere eccellenze.

Ma oggi è anche tempo di Meat Free Monday.

E’ un lunedì pieno di appuntamenti, ricordi e buone abitudini. Un buon inizio di settimana insomma.

E quindi, un respiro profondo, un passo dietro l’altro, e si comincia.

5.0 from 2 reviews
Patate Hasselback con Gruyere
Autore: 
Prep time: 
Cook time: 
Total time: 
Porzioni: Ingredienti per persona
 
Cosa vi serve
  • 1 patata di medie dimensioni
  • una noce di burro
  • sale e rosmarino q.b.
  • 1 cucchiaio di pane grattugiato
  • Gruyere tagliato a fettine sottili
Mettiamoci al lavoro
  1. Lavate le patate, senza sbucciarle
  2. Tagliate una fettina dal fondo in modo da creare una "base" che vi consenta di appoggiare stabilmente le patate
  3. Infilate uno spiedino alla base di ogni patata per la lunga, e poi affettatela, tagliando tante fettine sottili: lo spiedino bloccherà il coltello e vi permetterà di affettare la patata senza arrivare fino alla fine e quindi romperla. Le patate si apriranno come a "libro". Togliete lo spiedino prima di mettere le patate in forno.
  4. Fate sciogliere il burro e spennellate le patate. Aggiustate di sale e aggiungete qualche rametto di rosmarino.
  5. Mettete in forno già caldo a 200 gradi per 40 minuti circa
  6. Quando la cottura sarà quasi ultimata, riprendete le patate, infilate nei tagli delle fettine sottili di Gruyere, spolverizzate con il pangrattato e spennellate ancora con un pò di burro.
  7. Completate la cottura, accendendo il grill negli ultimi minuti, se necessario

Pin It
Print Friendly, PDF & Email

16 pensieri su “Patate Hasselback con Gruyere

  1. Manuela

    E adesso come faccio a non farle anch’io?
    Cioè dopo delle foto così, come posso non aver voglia di prepararle subitissimo?
    …ciao cara!

    Rispondi
  2. Megarahwitch/La Strega

    Che sono bellissime e sembrano buonissime mi pareva di avertelo già detto di persona. 😉
    Aggiungo anche che non sfigurerebbero nemmeno in una cena formale, come contornino sfizioso o come antipasto sostanzioso… un bel figurone, comunque!

    Rispondi
  3. Francesca Palmieri

    Viste da qui, più da vicino, sembrano anche sfogliatelle napoletane, oltre che croissant. Va bene, mi regolo gli occhiali della golosità, devono condizionarmi lo sguardo… 😀
    Sorrido pensando ai vicini. Donne in piedi su siede e tavoli o con cavalletti in balcone, che scattano foto a cibi… facciamo incontrare i miei vicini coi tuoi? A cena però andiamo solo io e te…

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Ancora ricordo un signore del piano di sopra che aveva cominciato a raccontarmi della sua passione per la fotografia… Tutto molto bello… Peccato che io stessi cercando di fotografare un ghiacciolo in estate! 😀
      Secondo me i nostri vicini hanno un sacco di cose da raccontarsi, noi intanto ci defiliamo, e cena sia! 🙂

      Rispondi
  4. andrea

    pensi che possa farle in anticipo…… diciamo 2 ore prima e poi finirle con il gruviera in un secondo momento? Solo problemi organizzativi ciao da andrea

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Potrebbero prendere freddo, soffrire di solitudine e vendicarsi negandoti quella deliziosa crosticina che è amore al primo morso.
      Che tradotto vuol dire non mi fiderei. Ma se proprio devi, fammi sapere!

      Rispondi
      1. andrea

        Per prima cosa grazie della risposta così tempestiva ed anche sincera. Ti farò senz’altro sapere come verranno e vorrà dire che rischierò la loro VENDETTA. Grazie complimenti ed presto.

        Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Ciao Cristina! Grazie e benvenuta da queste parti!
      Eh si, più o meno è quello che è capitato a me quando le ho scoperte la prima volta! Irresistibili! 😀

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: