Angel Food Cake

20130714-AngelFoodCake-020_600x900

Prima che della torta mi sono innamorata dello stampo.

Della serie che in uno stampo così ci avrei preparato di tutto, solo per il gusto di tirarlo fuori dal forno e immortalarlo in uno scatto.

Lo so che non si fa e che é poco serio. Lo so che chi fa le cose fatte bene guarda agli ingredienti, a come si combinano sapori e consistenze, alla chimica e alle proporzioni.

Io no, io sono quella che resta incantata davanti a una tortiera che sembra fatta apposta per costruire castelli di sabbia, con tanto di guglie e torrioni e pensa che quella tortiera abbia un sacco di storie da raccontare. 20130714-AngelFoodCake-029_600x900 L’Angel Food Cake è una torta leggerissima, una consistenza che mi viene a mente un marshmallow.

Quella stessa leggerezza che farebbe proprio al caso mio in questo periodo così arrotolato su se stesso, che manca un pò l’aria.

A metà strada tra una meringa e un pan di spagna, è la torta dei senza (senza burro, senza olio e senza tuorli) ma a cui non manca proprio nulla per essere perfetta, che leggi gli ingredienti e sei pronto a gridare al miracolo.

Se proprio non riuscite a mettere le mani sul magnifico stampo fatto apposta per, potete prepararla in uno stampo da ciambella, di quelli alti.

Però. Volete davvero farle un torto del genere?

Ad ogni modo, questa torta necessita di uno stampo col buco e richiede di essere raffreddata capovolta – tra la terra e il cielo – per non perdere la sua sofficità. Deve stare sospesa e guai a voi se vi venisse in mente di imburrare lo stampo. 20130714-AngelFoodCake-037_600x900 Accompagnatela con il curd ai lamponi e pepe nero che vi ho raccontato qualche tempo fa. Oppure dedicatevi al lemon curd con miele e cardamomo

Ora ditemi, siete davvero capaci di resistere a una delizia del genere?

4.5 from 4 reviews
Angel Food Cake
Autore: 
 
Teglia da 25 cm
Cosa vi serve
  • 12 albumi
  • 1 cucchiaino di cremor tartaro (non sostituitelo con il lievito, lo si trova in qualche supermercato, nelle farmacie e in qualche drogheria che ve lo vende a peso)
  • 280 gr di zucchero semolato
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 135 gr di farina 00
Mettiamoci al lavoro
  1. Mettete gli albumi e il cremor tartaro nella planetaria e iniziate a lavorarli per montarli (oppure in una ciotola capiente se li lavorate con un frullino)
  2. Aggiungete 170 gr di zucchero, 2 cucchiai alla volta, continuando a sbattere bene. Gli albumi devono risultare ben montati e lucidi
  3. Unite la vaniglia e continuate a sbattere
  4. A parte, setacciate un paio di volte la farina con lo zucchero rimasto.
  5. Unite la farina e lo zucchero agli albumi, setacciandoli nuovamente e mescolando con una spatola per incorporarli.
  6. Versate il composto in uno stampo da food angel cake non imburrato, nè oliato, nè tanto meno coperto da carta forno.
  7. Livellate bene la superficie. Mettete in forno già caldo a 180 gradi per 40 minuti circa.
  8. Verificate la cottura con uno stuzzicadenti
  9. Una volta pronta, togliete la torta dal forno e fatela raffreddare capovolta.
  10. Una volta fredda, fate passare un coltello lungo i bordi e poi sformate la torta.
  11. Servitela al naturale, con della glassa al cioccolato o con del curd ai lamponi o al limone
Note
Per uno stampo da 18 cm (bellissimo!) usate 8 o 9 albumi a seconda di quanto sono grandi le uova e riproporzionate gli altri ingredienti.

Pin It
Print Friendly, PDF & Email

28 pensieri su “Angel Food Cake

  1. Martina

    Fantastica!!! Anch’io è un sacco che voglio provare a farla, ma più che lo stampo in primis mi servirebbero delle fruste elettriche decenti (ho ancora in eredità quelle di mia mamma … anni 80′ …. ).
    E poi sull’influenza che esercitano stampi e tortiere non posso proprio dire nulla, e vogliamo per caso parlare di pentole e padelle???
    Promesso che appena ho occorrente la provo e ti aggiorno
    A presto

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Stai allargando il discorso su argomenti pericolosi… sappilo…
      Le fruste qui sono proprio indispensabili, dai attrezzati che poi la provi, è fantastica! 😀

      Rispondi
      1. Maria grazia

        La tua ricetta è veramente ben scritta. Se non ho capito male, quindi, gli albumi non vengono montati subito a neve ; sbaglio ? È, prego, quanti albumi per uno stampo da angel cake da cm 30 ? Grazie.

        Rispondi
        1. Sweetie

          Mi sono riletta quello che avevo scritto per evitare imprecisioni, ma la ricetta inizia con gli albumi montati insieme allo zucchero 🙂 Poi incorpori la farina setacciata con una spatola.
          8/9 albumi per 18 cm
          12 albumi per 25 cm
          Che dici di 15 albumi per uno stampo da 30? Santa polenta!!! 😀

          Rispondi
  2. Staximo

    Con me sfondi una porta aperta per quello che riguarda lo stampo: penso che sia bellissimo… infatti è più di un anno che l’ho comprato e non sono ancora riuscita a provare la ricetta!!! :o)

    Ciao,
    Simona

    Rispondi
  3. Megarahwitch/La Strega

    Sono sicura che la torta sia buonissima, ma…
    vogliamo parlare di quanto è paciugosa la preparazione?? Vogliamo per caso soffermarci su questa cosa da vera paciugatrice, che devi lasciarla raffreddare capovolta??

    In pratica, è il rimedio a tutti i nervosismi settembrini! XD
    (e sì, lo stampo è bellissimo)

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      E vogliamo parlare di quanto io abbia tenuto d’occhio Poldo, puntandolo da lontano, mentre zompettava allegramente sul piano della cucina, con la mia fichissima angel food cake a testa in giù? 😀
      E comunque i nervosismi settembrini con questa non hanno scampo, praticamente la dovrebbe prescrivere il dottore! ^___^

      Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Ok, ti ho seguito tra un commento e l’altro.

      Tra il “ho serie intenzioni di comprare baguette e spalmarle fino a quando il polso non mi cade”, passando per quel “fichissimo, attingiamo alla stessa fonte” che quella fonte è fichissima per davvero, fino a chiudere con quel “e resti impigliato qui” che mi si stampa un sorriso sul muso che è tutto dire.

      Vado a studiare creme spalmabili come non ci fosse un domani.
      E comunque, è decisamente la giornata dei buchi. E sono seria. Tzè

      Rispondi
  4. luisella

    CIAO! Bella questa torta…da fare sicuramente! Ti posso consigliare un sito dove acquistare utensili da cucina e molto altro a prezzi davvero convenienti? (pensa che lo stampo di questa torta è venduta a 5.89 EURO!..si trova alla voce BAKEWARES tortiere rotonde)
    Se ne hai voglia facci un giro….buona giornata e grazie delle tue ricette e delle tue foto

    Rispondi
    1. Sweetie

      Dai, addirittura? Mi spiace! A me era piaciuta e non poco! L’estratto di vaniglia nell’impasto non deve mancare e poi l’ho accompagnata con un curd ai lamponi. Peccato insomma 🙁

      Rispondi
  5. ylenia

    Ciao vorrei un consiglio..dovrei fare il “peppermint cake roll” e nella base come impasto c’è appunto l’angel cake, ma come faccio a ottenere lo stesso risultato usando uno stampo rettangolare molto basso??

    Rispondi
  6. Sweetie Autore articolo

    Ciao! Non sapevo di ricette che utilizzano l’angel food cake per preparare altre torte!
    Che indicazioni ti danno nel procedimento? La arrotoli?
    Quello che posso dirti è che quando avevo preparato l’angel food cake mi era avanzato un pò di impasto che avevo messo in banalissime forme monoporzione. Era uscita bassina ma comunque buona e morbidissima. Forse proprio quello che serve a te, quindi direi che si può fare! Fammi sapere! 🙂

    Rispondi
  7. Veronica

    Come ti capisco!Anche io ho una pericolosissima attrazione per gli stampi, anche prima di pensare a cosa ci devo fare 🙂 Ah quello con le guglie poi è una meraviglia dall’architettura in silicone 😉 Comunque la tua angel food cake è venuta bellissima e con l’aggiunta del curd ai lamponi mi hai aperto un mondo!

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Ma infatti… che problema c’è a collezionare stampi per torte? 😀
      Mi hai ricordato che non la preparo da un pò. A dire il vero non preparo da un po’ anche il curd ai lamponi. Insieme sono un amore! 😀

      Rispondi
      1. Veronica

        Beh se la mia collezione avanza così velocemente mia madre mi caccerà presto di casa 😀 Comunque sono contenta di aver scoperto il tuo blog, ci sono un sacco di cosine mooolto interessanti!Penso che passerò a trovarti spesso :*

        Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: