Plumcake olio di oliva, cioccolato e rosmarino

Plumcake Olio Rosmarino - 061-1

C’è chi fa la pastiera, chi scarta l’uovo, chi taglia una fetta di colomba.

Io metto insieme il cioccolato, il rosmarino e l’olio di oliva e preparo la colazione della settimana.

E penso che vorrei condividerla con il signor Giancarlo perchè senza il suo olio non sarebbe venuta buona uguale.

Questa dell’olio ve la voglio proprio raccontare perché sono quei fili invisibili che mettono insieme pezzi di vita e ti ricordano – se mai ce ne fosse bisogno – che dall’altra parte c’è sempre una storia.

Vi ricordate del Consorzio dell’Olio Toscano IGP di cui vi avevo già parlato? Esatto, proprio l’olio che avevo sniffato in giro per Milano a bordo di un tram.

L’olio del consorzio è tracciato. Sul loro sito è sufficiente inserire la capacità della confezione e il codice  presente sul contrassegno per scoprire da dove proviene.

La mia bottiglia – quella che ha regalato alla mia colazione un gusto incredibile – proviene dall’azienda del signor Giancarlo in provincia di Arezzo.

Plumcake Olio Rosmarino - Ingredienti -004

Se l’idea del rosmarino vi turba, fate un atto di fede e datemi retta.

Il risultato è sorprendente, l’olio però deve essere buono. Anche il cioccolato a dire il vero. E pure tutto il resto. Come sempre insomma.

Questa volta, sulla tovaglia bianca distesa sul pavimento, sono finite le solite uova – che la frittata è stata schivata per un pelo – la farina bianca e di farro, il cioccolato fondente, lo zucchero, il latte, un paio di rametti di rosmarino e l’olio extravergine di oliva del signor Giancarlo.

Allora, mi date retta o no?

4.0 from 1 reviews
Plumcake olio, cioccolato e rosmarino
Autore: 
 
Ricetta tratta da 101 Cookbooks [http://www.101cookbooks.com]
Cosa vi serve
  • 80 gr di farina di farro
  • 210 gr di farina 00
  • 115 gr di zucchero
  • 1½ cucchiaino di lievito in polvere
  • ¾ di cucchiaino di sale
  • 3 uova
  • 240 ml di olio d'oliva
  • 180 ml di latte intero
  • 1½ cucchiaino di rosmarino fresco tritato
  • 140 g di cioccolato fondente (70 % cacao)
  • 2 cucchiai di zucchero
Mettiamoci al lavoro
  1. Setacciate le farine, lo zucchero, il lievito e il sale in una ciotola capiente e tenete da parte .
  2. In un'altra ciotola, sbattete le uova, aggiungete l'olio d'oliva, il latte e il rosmarino fresco tritato finemente. Mescolate fino a far amalgamare tutti gli ingredienti. Utilizzando una spatola. unite gli ingredienti umidi nella ciotola delle farine, mescolando delicatamente giusto il necessario per amalgamare il tutto.
  3. In ultimo aggiungete i 2/ 3 del cioccolato.
  4. Versate l'impasto nella teglia coperta da carta forno e cospargete con il cioccolato rimasto (usate una teglia tonda da 24 cm o uno stampo da plumcake da 30 cm - oppure dimezzate le dosi per teglie più piccole). Se volete cospargete con un paio di cucchiai di zucchero.
  5. Preriscaldare il forno a 175 gradi e fate cuocere per circa 40/45 minuti. Verificate la cottura con uno stuzzicadenti

 

Pin It
Print Friendly, PDF & Email

10 pensieri su “Plumcake olio di oliva, cioccolato e rosmarino

  1. Francesca

    Avevo visto pepite giuste… 🙂 Ma senti, le usi anche come lenti a contatto?
    Posso dirti che le erbe aromatiche le metto ovunque e non mi spaventano audaci abbinamenti, anzi… sono quella che ha messo la menta nel plumcake con limone e semi di papavero, la maggiorana dentro un frullato e il timo nella marmellata, quindi… il rosmarino, con il suo tocco verde, sta benissimo lì in mezzo! Quanto all’olio, ehm, vedrai cosa apparirà domenica sera!
    Se dovessi mai fare una frittata per terra, chiama la ditta Fra-Ciupi e ci pensiamo noi a spazzolare tutto…
    Certo che ti dò retta. Anche se mi fai scrivere “gennaio” come parola d’ordine mentre io voglio la primavera… 🙂

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Occhi fascinosi con le pepite! Aspetto impaziente domenica, intanto mi interrogo sulla parola d’ordine gennaio che non ho mica capito. Sicuro che è facile, ma non ci arrivo 🙁

      Rispondi
      1. Francesca

        Intendevo la parola del codice per il commento, la domanda a cui dobbiamo rispondere per la pubblicazione! Mi chiede sempre quale è il primo mese dell’anno… ma basta gennaio, io voglio mesi primaverili! 😀 Adesso mi ha chiesto invece quanto fa 10 – 0 ma ormai ho imparato… 😛

        Rispondi
          1. Francesca

            Ecco, il sistema si è ribellato contro di me e mi ha subito punito per quello che avevo detto… oggi sembra gennaio per davvero, come clima… 🙂
            Come vedi io torno qui spesso&volentieri, perchè come Ulisse ricorda dove ha messo i topi, io mi ricordo di leggere il botta&risposta…
            Baci&abbracci, oggi va così, dovresti farmi dei biscotti a forma di &… tanto lo so che c’hai pure questo, di stampino, non fare la vaga…

            Rispondi
            1. Sweetie Autore articolo

              Dai che oggi c’è un cielo bellissimo! É azzurro come fosse colorato con il pennarello perfino qui ^^
              A dire il vero quello stampino non ce l’ho, però sto puntando a un set con tutte le lettere dell’alfabeto. E allora sai le storie che posso raccontare?
              Un abbraccio Fra e un tot di grattini a Ulisse 🙂

              Rispondi
  2. Margherita@lapetitecasserole.com

    Mi vergogno ad arrivare così tardi da queste parti, ma fra una cosa e l’altra non ce l’ho fatta prima. Sappi che a me il rosmarino non turba affatto, anzi… ê stato proprio quello l’elemento che mi ha fatto ricordare di venire qui a lasciare due parole. Mi fido. Eccome se mi fido. L’olio toscano me lo faccio spedire fino in Canada, non é quello del signor Giancarlo, ma da toscana, sono sicura che é buonissimo. Il fatto che all’olio tu abbia aggiunto il rosmarino mi piace da pazzi, come si fa con il castagnaccio. Ho messo da parte anche questa ricetta, ti farò sapere appena provo!

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Non avevo ancora finito di leggerti che già mi stavo segnando “castagnaccio”
      E comunque è stata davvero una scoperta, cioè si incastra tutto benissimo, non so come dire. Ma mi sa che hai capito cosa intendo 🙂

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: