Biscotti

Double Chocolate Cookies

Double Chocolate Cookies (013)

Quando credevi che niente avrebbe potuto lasciarti senza parole, ecco che ti capitano questi. Anzi, te li consigliano.

La verità è che mi piace pensare che siano stati loro a trovare me.

Dopo aver messo insieme quattro etti di cioccolato fondente, sono arrivata alla conclusione che il vero chocolate cookies addicted mal sopporta i numeri, le somme e le moltiplicazioni.

Più di tutto deve odiare le divisioni, perché basterebbe prendere i grammi di cioccolato di questa ricetta e dividerli per il numero di biscotti, per capire che siamo di fronte ad un livello di cioccolato pro-capite ben al di sopra dei limiti consentiti dalla legge.

Ma da queste parti, pare che non si sappia far di conto.

Ben's Cookies | Carnaby Street

Se siete a Londra e venite colti da un’irrefrenabile voglia di biscotti (quella di Carrot Cake l’abbiamo già sistemata parlando di GAIL’s Bakery in quel di Hampstead) potete cercare Ben’s Cookies.

I biscotti di Ben’s Cookies, a dire di qualcuno, sono i più buoni del mondo. Hanno il grosso vantaggio di poter essere sgranocchiati in Covent Garden e Carnaby Street, due zone che se passi da Londra, prima o poi ci capiti.

Ancora Londra, quindi. Qualche immagine a rispolverare ricordi e i biscotti al cioccolato che ti sporcano le mani e ti lasciano quel segno buffo sulla punta del naso.

Covent Garden, London

Covent Garden, seduta sul marciapiede con la reflex al collo e la cartina stropicciata in tasca, guardi e ascolti. Ridi, ti fai luccicare gli occhi, srotoli rotelle di liquirizia, sgranocchi biscotti e assaggi del te.

Chiedi una foto a chi si mette nei panni di Charlie Chaplin e ti fai conquistare dall’energia di un gruppo di ragazzi che suonano il violino e non puoi non accompagnarli battendo le mani.

Covent Garden, London

Covent Garden, London

Incroci la storia di chi sta coltivando un sogno e di chi sta cercando la strada giusta per. Di chi si pittura la faccia e di chi si mette vestiti che non sono i suoi, ma così vero che non conta la maschera.

A Covent Garden puoi mangiare paella e pensare di essere in Spagna o ricordare quell’ultima colazione a Parigi, seduta a un tavolino di Le Pain Quotidien.

Covent Garden, London

A Carnaby Street invece ci sono finita per caso.

Passeggiavo lungo Regent Street, direzione Piccadilly, quando mi sono lasciata distrarre da una graziosa vietta laterale. Pochi passi e tu guarda dove mi trovo.

Carnaby Street, London

Carnaby Street sono le boutique incorniciate da insegne bellissime.

E’ il ricordo di un caffè tremendo, affacciata su una vetrina che regala una vista incantevole, mentre il ragazzo al banco canta I just want to say Cappuccino. Che nemmeno devo rileggere le righe che ho scritto in quei giorni per ricordarmi quel Londra ti lovvo.

Carnaby Street, London

Carnaby Street, London

I passi, in Carnaby Street, sono quel seguirsi con lo sguardo tra una fotografia e l’altra, con un cielo di lampadine sopra la testa e quei palazzi colorati, tutti con le finestre bianche, che non credo di averne vista una sola di un altro colore.

Carnaby Street, London

Tornando ai biscotti – i miei – e a tutto quel cioccolato che si portano dietro, mi sembra inutile dirvi che sono buoni.

Per la scatola di latta che sta nella dispensa dovrei chiedere il porto d’armi, ma sento di poter contare sulla vostra discrezione.

Voglio dire, sapete mantenere un segreto vero? Che in fondo, qui si fa tutto a fin di bene.

Double Chocolate Cookies
Autore: 
Porzioni: 16 biscotti
 
Ricetta tratta dal sito di Donna Hay
Cosa vi serve
  • 120 gr di cioccolato fondente
  • 110 gr di burro a temperatura ambiente
  • 130 gr di brown sugar
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 150 gr di farina
  • 25 gr di cacao amaro
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • ½ cucchiaino di sale
  • 280 gr di cioccolato tritato grossolanamente
Mettiamoci al lavoro
  1. Fate sciogliere il cioccolato (120 gr) a bagnomaria e tenetelo da parte.
  2. Lavorate con le fruste elettriche il burro e lo zucchero per 8/10 minuti fino ad ottenere una crema.
  3. Aggiungete l'uovo sbattuto e l'estratto di vaniglia e continuate a lavorare l'impasto per ¾ minuti.
  4. Unite la farina setacciata, il bicarbonato, il cacao, il sale e il cioccolato fuso.
  5. In ultimo tritate in maniera grossolana il restante cioccolato (280 gr) e aggiungetelo all'impasto.
  6. Rivestite una teglia con carta forno, formate delle palline di impasto (dosi per 16 biscotti circa) e distribuitele sulla teglia, ben distanziate tra loro.
  7. Fate cuocere in forno già caldo a 160 gradi per 10/12 minuti fino a che i biscotti non inizieranno a creparsi in superficie
Pin It
Print Friendly

Qualche idea in più:

Biscotti

Banana, walnut and milk chocolate cookies (e un pò di Londra)

Banana, walnut and milk chocolate cookies (recipe by GAIL's Artisan Bakery)

Ecco la prova inconfutabile del mio spirito di sacrificio.

La ricetta viene da un libro che ho portato a casa da Londra, uno di quelli che ha contributo a far lievitare il peso della mia valigia, che quasi morivo nel tragitto verso Heathrow.

Il libro è firmato GAIL’s, una Bakery che ha diversi stores a Londra e che per quanto ho potuto sgranocchiare, mi sento di consigliarvi. Metti caso che vi pigli un’irrefrenabile voglia di Carrot Cake, sappiate che la loro Carrot Cake, gustata ad Hampstead in un pomeriggio di sole, è un ricordo che custodisco gelosamente.

GAIL's Artisan Bakery - 64 Hampstead High St, London

Non rientrerà nelle 10-cose-da-fare-assolutamente, quelle che trovate sulle guide di Londra che sembrano sapere tutto loro e vai a capire perché i corvi non passano mai di moda, ma Hampstead Village é un bel posto dove passare del tempo.

Per prendere un cafè (magari un te, se volete andare sul sicuro), passeggiare così come viene e perdersi in un negozio di libri usati, che ti accoglie alla porta con scatole di cartone piene di dischi in vinile.

Ci si arriva con la metropolitana. Poche fermate dopo Camden Town e ci siete.

Hampstead High St, London

Hampstead High St, London

Subito fuori dalla metropolitana, vi trovate in Hampstead High Street. Ampia e abbracciata da palazzi di mattoni rossi, attraversa il village per la lunga e al civico 64 (segnate) ospita GAIL’s Bakery e la loro strepitosa Carrot Cake.

Dalla Hampstead High Street girate un pò a caso – vale il metodo Sweetie, ormai brevettato – e poi infilatevi nelle viuzze laterali che se ne infischiano del tempo che passa.

Hampstead_2

Troverete cascate di fiori che vi sembrerà di stare in riviera e passerete a fianco di piccole boutique con le insegne colorate, che come fai a non fotografarle tutte.

Presi dall’entusiasmo, vi potrà sembrare una buona idea perfino fermarvi da Waterstones e comprare libri e quaderni (a kili) che porterete a spalla fino a casa.

Hampstead_5

Da Hampstead Village potete ridiscendere a piedi verso Camden Town oppure spostarvi verso Hampstead Health e dedicarvi alla scoperta di questo bel parco cittadino, più vero e spettinato dei parchi da cartolina modello Regent’s Park o Hyde Park.

E’ ricco di tanti punti interessanti, ma se volete visitarlo e viverlo per davvero, dovete mettere in conto di dedicargli del tempo. Se arrivate a Parliament Hill, una collina che si erge a circa 90 metri sul livello della città, potrete godere di un’ottima vista di Londra.

É roba da non crederci, sembra quasi che io sappia di cosa stia parlando.

Processed with MoldivMa i biscotti?

Promesso che prima o poi arriva anche la Carrot Cake versione GAIL’s, intanto con questi cookies cascate bene. Se preparate il banana bread dell’altra settimana e vi avanza una banana di quelle a pois, ricordatevi questa ricetta.

Se poi vi avanza del tempo e decidete di partire per Londra… cosa ve lo dico a fare.

Nel caso, per Hampstead e dintorni, date un’occhiata anche qui:

5.0 from 2 reviews
Banana, walnut and milk chocolate cookies
Autore: 
Porzioni: 30 biscotti
 
Cosa vi serve
  • 170 gr di farina (di cui 110 gr di farina integrale se l'avete)
  • ½ cucchiaino (tsp) di sale
  • ½ cucchiaino (tsp) di cannella
  • ½ cucchiaino (tsp) di bicarbonato
  • 140 gr di burro a temperatura ambiente
  • 70 gr di zucchero
  • 90 gr di zucchero muscovado
  • 1 uovo
  • ½ cucchiaino (tsp) di estratto di vaniglia
  • 1 banana molto matura
  • 80 gr di avena
  • 170 gr di cioccolato al latte
  • 60 gr di noci
Mettiamoci al lavoro
  1. In una ciotola capiente, mescolate la farina, il sale, la cannella e il bicarbonato.
  2. Nella planetaria o con le fruste elettriche, iniziate a lavorare il burro a velocità sostenuta, fino ad ottenere una crema.
  3. Aggiungete lo zucchero bianco e quello muscovado e continuate a lavorare il composto. Unite poi l'uovo e l'estratto di vaniglia e amalgamate il tutto.
  4. Riducete la velocità e aggiungete la banana schiacciata.
  5. In ultimo unite la farina, l'avena, il cioccolato a pezzetti e le noci tritate in maniera grossolana.
  6. Coprite l'impasto con della pellicola e tenetelo in frigorifero per almeno un'ora, meglio tutta la notte.
  7. Riprendete l'impasto e formate delle palline da 30 gr circa. Pesate la prima in modo da farvi l'idea della dimensione e poi preparate i biscotti consumando tutto l'impasto.
  8. Rimettete i biscotti in frigorifero per altri 30 minuti (oppure 10 minuti in congelatore) e intanto accendete il forno a 170 gradi,
  9. Fate cuocere i biscotti per 15/20 minuti, fino a che risulteranno dorati. Non esagerate con la cottura, al centro dovranno risultare ancora morbidi.
  10. Fateli raffreddare su una gratella e conservateli in una scatola di latta.
Pin It
Print Friendly

Qualche idea in più: