Polpette di patate dolci e spinaci

Polpette Patate Dolci

Sarebbe periodo da biscotti al cioccolato.

Di quelli che sgranocchi – troppo spesso – tra una serie di alti e bassi che ogni tanto fanno capolino. Giorni mediamente accartocciati, che vorresti saltarli a piè pari e invece no, ti tocca passarci attraverso, nonostante il senso-dell’orientamento-questo-sconosciuto da leggersi tutto attaccato.

Iniziamo la settimana con delle polpette che non sono i biscotti al cioccolato – non raccontiamoci storie – ma che hanno comunque il loro perchè. Le prime erano al sugo e sembra è passata una vita. Quelle di oggi invece sanno di autunno e dei conti che ancora non tornano.

Mi dico prima o poi e prendo un bel respiro. Come quando si è in procinto di iniziare qualcosa di nuovo e un passo dietro l’altro le scarpe mangiano la strada, perché non vedi l’ora di metterti in cammino.

Ecco. Qualcosa di nuovo. Dev’essere quello, o forse no.

Intanto mi osservo, tra l’anima e il cuore, per cercare di capire se davvero é cambiato qualcosa.

E se per oggi non trovo una risposta, mi faccio posto tra uno scatto stupido e il muso di Poldo, che lí in mezzo non può non scapparti un sorriso.

Buona settimana a chi passa di qui.

image

Nell’ultimo giro in libreria mi sono ritrovata faccia a faccia con un libro curioso, editore Gribaudo, tutto votato alle polpette. Sappiate che lo sto testando per voi. Tipo che mi sacrifico per il bene comune

Polpette di patate dolci e spinaci
Autore: 
Porzioni: 4/6
 
Ricetta rimaneggiata da "W le polpette!" di Jez Felwick.
Cosa vi serve
  • 600 gr di patate dolci
  • 200 gr di spinaci
  • 1 uovo
  • 50 gr di parmigiano grattuggiato
  • 40 gr di ricotta
  • un mazzetto di rosmarino tritato
  • pane grattuggiato fresco
  • una noce di burro + altro a fiocchetti
  • sale e pepe q.b.
  • Facoltativo: formaggio a cubetti come ripieno
Mettiamoci al lavoro
  1. Sbucciate le patate, tagliatele a pezzi e fatele cuocere in una pentola capiente fino a che non sono morbide.
  2. Fate cuocere gli spinaci, regolate di sale e una volta pronti strizzateli per bene.
  3. In una ciotola capiente schiacciate le patate e unite l'uovo, il burro, il parmigiano grattuggiato, la ricotta, gli spinaci ben strizzati e il prezzemolo tritato. Aggiustate di sale e pepe.
  4. Mettete l'impasto in frigorifero per almeno 30 minuti.
  5. Riprendete l'impasto, formate delle polpette e passatele nel pangrattato.
  6. Se volete potete mettere al centro delle polpette un cubetto di formaggio, per renderle ancora più gustose. Io ho usato dei cubetti di ricotta salata non troppo stagionata.
  7. Distribuite le polpette in una pirofila che avrete unto con del burro e distribuiteci sopra qualche fiocchetto di burro.
  8. Fate cuocere in forno già caldo per 15-20 minuti a 200/220 gradi
Pin It
Print Friendly, PDF & Email

11 pensieri su “Polpette di patate dolci e spinaci

  1. Francesca Palmieri

    Senti, fanciulla, tu mi piaci proprio. E te la butto lì, senza fronzoli o giri di parole, navigo a istinto come mi insegna il mio Ulisse, non conto prima di parlare (l’unico modo, forse, per vincere questi maledetti conti che non tornano) e te l’ho detto di getto… e non è solo perchè ami Parigi, no. Ami pure le polpette… e quel libro che voglio comprare da un pò, quando vado in libreria lo accarezzo, lo saluto, gli dico “aspettami, verrà anche il tuo momento”… sappi che se abbrevio i tempi, c’è il tuo zampino…
    (o la zampina di Poldo? Vabbè, tanto è lo stesso)
    Io tifo per il nuovo, anche quando spiazza o stordisce. La risposta arriverà, quando smetti di cercarla quella in silenzio ti sorprende…

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      A queste parole faccio il nodo perchè voglio poterle ritrovare. Grazie per aver letto. Un abbraccio a te e un tot di coccole a Ulisse, che ormai si sa, per quel muso peloso ho un debole.
      P.S. E comunque per il libro vedi di abbreviare i tempi… ti piacerà una cifra! 😛

      Rispondi
  2. Giò

    Ciao Manu, sono venuta a farti visita e a cercare qualche consiglio per qualche ricettina autunnale (non so fare le polpette! diciamolo subito) e salutando te e il tuo Poldo ti dico che le polpette hanno lo stesso potere dei biscotti al cioccolato, ne sono sicura!!! Periodo accartocciato come dici tu, ma buttiamoci a capofitto in ciò che amiamo!
    un abbraccio
    Giò

    Rispondi
      1. Giò

        Hai ragione, io poi le adoro…ma il fatto di assemblarle mi spaventa, una volta ho fatto le polpette di melanzane che ADORO ed è stato un disastro! :/ xò devo riprovare!

        Rispondi
  3. Giulietta | Alterkitchen

    Caspita, non amo le patate dolci, ma in queste polpette mi ci tufferei (anche senza il sugo, che attutisce la caduta).

    Il bello del nuovo è che di solito va a braccetto con l’inaspettato… e lo stupore ci aggiunge un po’ di pepe in più

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: