Peanut Butter Cookies

Peanut Butter CookiesÉ tutta colpa dello stampino dall’Olanda se mi sono vista costretta – mio malgrado – a cedere nuovamente alle lusinghe del burro di arachidi.

La prima volta si era tuffato a tradimento nel carrello della spesa. La seconda, l’avevo in dispensa da quando mi era saltato nel carrello della spesa e quindi non conta.

Sono sempre dell’idea che non sia un granché, a meno di non infilarlo in una ricetta di biscotti e usarlo per dire al mondo che i biscotti 100% Home Made sono il meglio del meglio.

Ancora devo capire se preferisco 100% Home Made o Best Cookie In Town. Fatto sta che è nuovamente tempo di burro di arachidi.

Dopo le polpette con i broccoli che non avete filato di pezza, eccomi di nuovo sul luogo del delitto con dei biscotti fotografati la mattina all’alba e scritti qui sopra nottetempo, che per un biscotto questo e altro.

Peanut Butter CookiesEd è stato proprio nottetempo, mentre sgranocchiavo un biscotto al burro di arachidi che ormai si erano fatte le due, che ho iniziato a riflettere sui massimi sistemi.

Con Poldo che mi fissava perplesso, unico testimone di tutta questa saggezza concentrata come nemmeno il burro di arachidi, ho pensato che.

Sei un cookies-addicted senza alcuna speranza di recupero se… e non ridete che siamo alla genesi di una scuola di pensiero che scaravolterà il mondo.

Dicevamo, sei un cookies-addicted senza alcuna speranza di recupero se:

  • sei convinto, fermamente convinto, che farsi arrivare uno stampino per biscotti dall’Olanda sia una buona ottima idea
  • ti interroghi se sia meglio 100% Home Made o Best Cookie In Town con la stessa intensità di Amleto che ce l’avete presente tutti
  • hai il timer del telefono fisso sui 12 minuti, la più classica durata per la cottura dei biscotti
  • hai una bacheca su Pinterest dedicata ai biscotti che potresti sfornare cookies da qui a … e mi fermo perchè un pò mi vergogno
  • accumuli libri che parlano solo di biscotti
  • latte e biscotti al cioccolato battono un piatto di lasagne
  • hai più formine per biscotti che posate e piatti e bicchieri
  • l’ordine questo sconosciuto, ma dividi con metodo e scrupolo le formine per biscotti tra “animali”, “forme geometriche”, “natale”, “primavera”, “strane e bellissime”, “dinosauri e mostri” e via così
  • come quando facevi l’album delle figurine, hai le formine di biscotti doppie. Ancora dei trovare qualcuno con cui fare scambio

Seguiranno aggiornamenti che siamo solo all’inizio.

Voi intanto, tra un 100% Home Made e Best Cookie In Town, sapete come tenervi impegnati.

E se vi servono suggerimenti su come consumare il burro di arachidi, guardate qui sotto. E odiatemi pure

4.7 from 3 reviews
Peanut butter cookies
Autore: 
 
Ricetta tratta da Profumo di biscotti di Rossella Venezia
Cosa vi serve
  • 220 gr di farina 00
  • la punta di un coltello di bicarbonato di sodio
  • 1 uovo
  • 120 gr di zucchero di canna
  • 5 gr di sale
  • 110 gr di burro
  • 110 di burro di arachidi
Mettiamoci al lavoro
  1. Mescolare l’uovo e lo zucchero, aggiungere il sale e il burro, continuando a mescolare.
  2. Unire il burro di arachidi, sempre mescolando, e per ultimo aggiungere la farina.
  3. Impastare velocemente con le mani, formare una palla, coprirla con la pellicola e far riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.
  4. Riprendere l’impasto, stenderlo tra due fogli di carta forno a uno spessore di 3-4 mm e ricavare dei cerchi da 8 cm.
  5. Stampare sui biscotti la scritta usando un timbro in silicone e rimetterli in frigorifero per un’altra mezz’ora.
  6. Disporre i biscotti, ben distanziati tra loro, su una teglia coperta da carta forno e far cuocere in forno già caldo a 170 gradi per 15 minuti circa
Pin It
Print Friendly, PDF & Email

12 pensieri su “Peanut Butter Cookies

  1. GranoSalis

    AHAHAHAH! Sweetie, me fai morì! Leggere questo post è stato troppo divertente e quei biscotti sono una meraviglia. Tutto ciò nonostante io non possa definirmi una cookie addicted, ma chissenefrega, sono una sweetie addicted 🙂
    P.S: A me le polpette piacevano…

    Rispondi
  2. Noemi - Baci di Dama

    Siiii anche io sono un cookies- addicted !! <3 (Ah.. anche io voglio disperatamente gli stampini come tuoi!! Li adoroooo. E sì, è stata un'ottima idea acquistarli!).
    E… dimenticavi un punto: sei ossessionata oltre che dagli stampini dei biscotti, dalle scatole di biscotti (il mio ragazzo è disperato perché mi innamoro di scatole per biscotti piuttosto che di scarpe -_- dettagli :P)
    Un bacione tesoro e grazie per questa splendida ricetta e fotografie (sempre stupende!!)

    N.

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Tu sei pericolosa! Mi dai corda e inciti l’acquisto di stampini e latte! Dobbiamo ASSOLUTAMENTE andare per mercatini in coppia! 🙂

      Rispondi
  3. Francesca

    Questo stampino merita un viaggio in Olanda. O a casa tua.
    La luce dell’alba la vedo in queste foto, chiare chiare, luminose, non contrastate. Mi piace l’idea del burro di arachidi mischiato al sapore di sonno.
    Se vedessi la mia collezione di stampini, diresti che sono una pivellina… aimè, è vero, io sono cocotte-addicted, ma il cassetto dedicato ai biscotti si sta riempiendo, piano piano… mi dispiace non aver ancora usato uno stampo a forma di cristalli di ghiaccio, ehm, temo sia fuori stagione ormai… lo mettiamo dentro la categoria “natale”? Neanche a dirti che le formine doppie, in avanzo, io le accetto molto volentieri… 🙂

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Macchè pivellina, pensa a tutti gli stampini che hai davanti a te! Non è bellissimo? 😀
      E lo stampo a forma di cristalli di ghiaccio è uno di quelli che proprio non può mancare in nessuna cucina, rigorosamente nello scomparto Natale ^^
      Arriverò carica carica di biscotti e formine!

      Rispondi
  4. Enza

    Ciao Sweetie, ti seguo da un po’ e finalmente mi sono decisa a commentare..
    Innanzitutto questi biscotti sono da urlo e credo che presto te li copierò 😉
    Poi, io come te sono cookie addicted al 100% tant’è che:
    -il mio blog si chiama La Frolleria
    -come te ho più stampini che posate, bicchieri e vestiti
    -il mio “vado a fare shopping” vuol dire andare alla ricerca di nuovi stampini da aggiungere alla raccolta, proprio come si faceva con le figurine
    E potrei continuare all’infinito ahahah
    Complimenti davvero e buona giornata!!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: