Crumpets

Crumpets

Tipo che con un biglietto per New York in tasca, dovrei darmi una calmata e pensare che tra 129 giorni volerò verso ovest.

E invece no.

Ci penso un tot – perché 129 giorni passano in un attimo e perché come fai a non pensare alla mela da mozzicare – ma la via con gli ombrelli colorati, quelli che ti fanno da cielo, resta li. Che per chi non è addentro al mondo capovolto di Sweetie, sarebbe uguale a dire che voglio andare a Londra.

Dev’essere colpa del subconscio che lavora come non ci fosse un domani, se mi ritrovo a preparare in serie scones e crumpets, in una specie di sessione intensiva di british style. C’è chi pensa a Shakespeare e chi al te delle cinque. Io intanto, sto in fissa.

Può darsi che il nome vi dica poco, ma queste focaccine – chiaramente benedette dalla regina – dovete provarle. Con il solito lemon curd oppure in versione salata, in ogni caso sarà un successo.

Io mi sono votata al salato. Li ho farciti con caprino, zucchine trifolate e qualche fettina di speck.

Mi sono messa le cuffie, ho alzato il volume e mi sono sintonizzata su Jump.

Risultato? Quasi all’orizzonte si vedeva il Big Ben. O se siete amanti del genere l’ingresso di Harrods. In ogni caso, roba da pessima Sweetie.


4.8 from 4 reviews
Crumpets
Autore: 
Porzioni: 12 crumpets
 
Ricetta tratta da "Una merenda a Londra" Ed. Guido Tommasi
Cosa vi serve
  • 260 gr di farina
  • ¼ di cucchiaino di zucchero semolato
  • ½ cucchiaino di lievito in polvere
  • 1 cucchiaino di lievito di birra disidratato
  • 1 cucchiaino di sale
  • 310 ml di acqua tiepida
  • ¼ di cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 125 ml di latte tiepido
  • burro q.b.
Mettiamoci al lavoro
  1. In una ciotola mescolate la farina, lo zucchero, i due tipi di lievito e il sale.
  2. Aggiungete l'acqua tiepida e mescolate per un paio di minuti con un cucchiaio di legno.
  3. Coprite e fate riposare per 1 ora, l'impasto lieviterà crescendo di volume.
  4. Stemperate il bicarbonato nel latte tiepido e incorporatelo delicatamente all'impasto.
  5. Imburrate dei coppapasta di 8 cm di diametro e una padella antiaderente,
  6. Mettete i coppapasta nella padella e scaldate a fuoco medio per qualche minuto.
  7. Abbassate la fiamma e versate 60 ml circa di impasto in ogni coppapasta.
  8. Cuocete per 5/7 minuti fino a quando sulla superficie dei crumpets non inizieranno a comparire dei buchini.
  9. A questo punto sfilate i crumpets dai coppapasta, girateli e terminate la cottura per qualche minuto finché non risulteranno dorati da entrambi i lati.
  10. Continuate fino a terminare l'impasto.
  11. Serviteli tiepidi, sono comunque buonissimi anche il giorno dopo, passati qualche minuto in padella.
  12. Potete farcire i crumpets con della marmellata oppure con ingredienti salati.
  13. Io ho fatto rosolare delle zucchine con un filo d'olio e uno spicchio d'aglio e le ho insaporite con del timo. Ho farcito i crumpets con del formaggio caprino, dello speck e le zucchine.

Pin It
Print Friendly, PDF & Email

17 pensieri su “Crumpets

  1. Francesca P.

    Ricordo bene quando la parola Londra si affacciò qui per la prima volta. Commentai subito dicendo che volevo tornarci anche io, perchè l’ultima volta ci sono stata a 18 anni (tornando con anfibi e scorte di scatolette di latta di tè) ed è davvero troppo che manco. Sorrido pensando che vogliamo andare negli stessi posti… prima Parigi, poi la voglia (enorme) di addentare la mela (e tu lo stai per fare davvero!!! Ti presto la matita celeste per fare le X sul calendario giorno dopo giorno), poi il viaggio in Costa Azzurra che ho fatto dentro i tuoi calzini, poi ancora i paesi nordici… insomma, prima o poi un volo insieme (ma devi tenermi la mano perchè io e gli aerei proprio non leghiamo) andrà fatto, che il mondo è ancora pieno zeppo di posti che voglio vedere… e sai com’è, prima di aprire il bistrotdeisogni bisogna darci dentro! 😀
    E diamoci dentro pure con questi pois dorati, che il ripieno salato che hai scelto già mi convince che sono buonissimi, ancora prima di addentarli…

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Ricordo quante volte ho detto voglio andare a Londra, ma ancora niente. Ci riprovo, e chissà che in questo periodo, in cui succede un pò di tutto, non capiti perfino che 🙂
      Londra, Parigi, New York, passando per Nizza… prima o poi questo volo toccherà prenderlo al volo per davvero! Io e gli aerei ci piacciamo un sacco. Cioè a me loro piacciono un tot e loro non hanno mai avuto niente a che ridire. Quoto il tuo “bisogna darci dentro”. Attacco Cross Road a manetta e metto sul fuoco la padella per i crumpets. Che in un bistrot di quelli seri, quelli che vivono della vita di chi ci sta dentro, i ricordi di Parigi si mettono insieme con quelli di Londra, quelli di New York strizzano l’occhio a chi entra e un pò qua e un pò là ci sono un tot di sedie azzurre che pensa tu a quante foto ci hai fatto

      Rispondi
        1. Sweetie Autore articolo

          Eccomi.
          L’ho sentita e addirittura sono riuscita a premere play di nuovo. E poi ancora.
          C’è sempre quel ritmo che mi scombina un po’, ma i pugni allo stomaco restano un’esclusiva dell’altra. Quando ti pare il momento di, sei autorizzata a linkare altro… che se non lo fai un po’ ci resto male 🙂

          Rispondi
  2. Miu

    Cattiva Sweetie… caaaaaaattivona! u_u
    Mi toccherà mangiarmi tutti i crumpets e non lasciarti che le briciole… che poi tu, con quelle, chissà cosa t’inventeresti!

    ps. adoro quell’uomo lì! u_u

    Rispondi
  3. Stefania

    Che meraviglia! Solo il tempo di lievitare e via in padella!
    Se e dico ” se” dovessero avanzare, il giorno dopo diventano un pranzetto niente male da portare in ufficio..
    Magica Londra

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Se – e giustamente dici “se” – dovessero avanzare sono buoni dalla colazione al pranzo fino alla cena con soddisfazione assicurata! 🙂

      Rispondi
  4. Giulia

    Che scatto meraviglioso! Non ho mai mangiato i crumpets, ma così mi metti subito voglia di prepararli!
    Complimenti per il tuo blog, così luminoso e solare: mi piace tanto!
    A presto
    Giulia

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Ciao Giulia! Benvenuta da queste parti e grazie! 🙂
      Sei capitata bene, queste “focaccine” sono state una vera scoperta… da provare assolutamente 🙂
      P.S. Io sono già alle enne-repliche 😛

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: