Oat & Chocolate Chip Cookies

Oat and Chocolate Chip Cookies Questa ero io che provavo a fare amicizia con l’avena, poco prima di partire per Londra.

Non che non l’avessi mai sperimentata, ma avevo deciso che era arrivato il momento di dedicarmi ad un classico.

In origine – piena di entusiasmo – doveva essere un porridge. Profumato di cannella, condito di mandorle e nocciole e soprattutto incredibilmente british.

Porridge

Poi ho messo in un pentolino il latte e l’acqua, ho aggiunto l’avena, ho mescolato e mescolato e mi sono trovata faccia a faccia con una pappetta così poco invitante che niente ha potuto, nemmeno il fascino di Londra.

Ci saranno altre occasioni, mi sono detta.

E’ chiaro che devo aver sbagliato qualcosa per ciccare così clamorosamente l’appuntamento con il confort-food per eccellenza, intanto però avevo in casa l’avena. E il cioccolato fondente.

E quindi eccomi qui a raccontarvi – di nuovo – dei biscotti, così confortanti che quasi ti scordi che c’era una volta il porridge.

Ad ogni modo, sarò infinitamente grata a chiunque sarà in grado di farmi cambiare idea sul porridge, mostrandomi la sua vera essenza che niente ha a che vedere con quella tristezza senza sapore che mi sono trovata nel pentolino.

A chi vince la sfida, una fornitura di biscotti al cioccolato per tutto l’inverno.

Posso contarci?

5.0 from 2 reviews
Oat & Chocolate Chip Cookies
Autore: 
Porzioni: 30 biscotti
 
Ricetta tratta dalle pagine di http://www.melealforno.com/ con poche variazioni
Cosa vi serve
  • 125 gr di burro a temperatura ambiente
  • 125 gr di zucchero di canna
  • 1 uovo
  • 250 gr di farina
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 50 gr di fiocchi d’avena
  • 200 gr di cioccolato
Mettiamoci al lavoro
  1. Lavorate con le fruste elettriche il burro, lo zucchero e l’uovo in una ciotola capiente.
  2. Aggiungete la farina e lievito e continuate a lavorare l’impasto fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo.
  3. Unite all’impasto i fiocchi d’avena e le gocce di cioccolato.
  4. Distribuite il composto a cucchiaiate su una teglia, ricoperta di carta da forno.
  5. Infornate i biscotti in forno già caldo a 175/180 gradi per 15 minuti circa.
  6. Sfornate i biscotti e lasciateli raffreddare su una gratella; una volta freddi potete conservarli in una scatola di latta per una settimana.

Pin It
Print Friendly, PDF & Email

19 pensieri su “Oat & Chocolate Chip Cookies

  1. tatiana

    E’ da un po’ che ci voglio provare con il porridge, ma non ho ancora trovato l’avena “a portata di supermercato sotto casa” e di tempo per andare in giro a caccia di avena proprio non ne ho! Magari verrebbe buono, tempo addietro trovai una bellissima ricetta a base di prugne, magari funziona e mi merito la fornitura di biscotti! 😉
    Questi sembrano molto invitanti e quella ciotola mi sa che sarebbe buono anche il porridge…
    Un bacione!

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Io non ho grossi problemi a trovare l’avena, sperimento e ti faccio sapere 🙂 E comunque tu la fornitura di biscotti l’hai già guadagnata per meriti sul campo! :)))))

      Rispondi
  2. Chiara

    Io non ti farò cambiare idea.
    L’ho assaggiato ed è esattamente come l’hai descritto tu.
    C’è anche da dire che io e l’avena non andiamo molto d’accordo.

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Io ci riprovo, ho raccolto pareri entusiastici da persone “fidate” :))) Avrai mie notizie, comunque nei biscotti e nella granola rende un tot!

      Rispondi
  3. Virginia

    A Londra il porridge che avevo mangiato mi ha lasciata delusissima e con l’idea che fosse proprio una pappetta informe e cattiva… Poi, da brava testarda, ho voluto dargli una seconda opportunità preparandolo in casa e con gli ingredienti che adoro, ossia cioccolato, pere e noci! Beh, ho amato la mia versione dark e non l’ho più abbandonata!
    Comunque l’avena è ottima anche per i tuoi biscotti, che te lo dico a fare… 😉

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      La tua versione golosa mi ispira un tot!
      Nei biscotti – anche secondo me – l’avena rende tantissimo, l’avevo provata anche in qualche plumcake e mi ha sempre dato soddisfazione. E’ giusto sul porridge che devo prendere le misure… 😀

      Rispondi
  4. Marta

    Il porridge, ah quanto mi mancano le mie colazioni inglesi 😀 io però ogni tanto lo mangio ancora, più nella versione fredda overnight che in…pappetta – che comunque mi piace 😀 posterò presto la ricetta, sìsì.
    In questi mesi non ho avuto modo di seguire molto i blog, ma mi pare di capire che sei stata a Londra anche tu! In vacanza o a vivere? 🙂
    Un abbraccio, Marta

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Sono stata a Londra una toccata e fuga (due settimane per un corso di inglese) ma ne sono uscita innamorata pazza :)))
      Aspetto la tua versione fredda overnight… che poi… cosa sarebbe questa versione overnight? :))))

      Rispondi
      1. Marta

        Io sono rimasta quattro mesi, ma penso già di tornare! 😛
        Il porridge overnight è quello che fai la sera, piazzi in frigo e mangi la mattina 😀 io lo preferisco perché lo puoi arricchire con un sacco di frutta e semi e…non è pappetta! 😀
        Buona serata! (Vado sul tuo instagram ora!!)

        Rispondi
  5. Eli

    Per me “la prima volta” con il porridge è stata proprio due mattine fa, con il mega-pacco di avena riportato dalla mia sorellina dall’Inghilterra..Devo dire che mi è piaciuto molto, anche al naturale, e ho pensato: la prossima volta sarà con noci, miele e cannella!!Se proprio non ti piace la consistenza “papposa”,prova con l’overnight otmeal, non necessita di cottura e puoi smorzare il sapore dell’avena con tanta frutta fresca!!
    http://ribesecannella.blogspot.it/2014/07/overnight-oatmeal-con-lamponi-e.html
    E se proprio non c’è nulla da fare..ahò, ma te che c’hai contro sti deliziosi biscottini?? 😉

    PS=Allora me la sono guadagnata la fornitura di biscotti? :

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Della versione “overnight” mi ha parlato anche Marta, la leggevo giusto un attimo fa, proprio qui sotto (o sopra?)
      Devo provare, e comunque non c’ho niente contro questi biscottini… nei dolci l’avena è buonissima secondo me! :))))
      PS biscotti all’avena? con la giusta dose di cioccolato? :-))))))

      Rispondi
  6. Giulietta | Alterkitchen

    Io mi sono innamorata del porridge da poco, e ammetto che mi piace al naturale, al massimo con un po’ di golden syrup..
    Il suo aspetto è quello di una pappetta poco invitante, ma a me piace moltissimo il suo gusto e la sua consistenza molto confortante, specie in una fredda mattinata in cui ti svegli, ti vesti alla Fantozzi, porti fuori il cane e poi torni al calduccio della casa..
    Ecco, aspetto questo inverno per concedermelo nuovamente 😉

    Rispondi
  7. Eli

    Sì è la stessa cosa, scusa, non avevo letto il commento di marta! Comunque se può consolarti anche l’altra mia sorella (sì, ne ho due! 🙂 ) è rimasta schifata dal porridge..se riesco a rubare un po’ di avena provo a fare i tuoi biscottini.. sono sicura che in quella veste anche lei apprezzerà l’avena! 😉

    Rispondi
  8. Miu

    Come ho fatto a perder questo post fantasmagorico? Unafornituradibiscotti?????????
    Io non ho la più pallida idea di cosa nemmeno sia il porridge, ma giuro che la mia ricetta sarebbe la più buona… davvero… la farei col cioccolato e i cereali croccanti… non so perché ma ci sta bene! u_u
    E questi cookies fanno storia, fantasia, poesia e piacevole euforia! <3

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Adotto il tuo porridge ad occhi chiusi e mi attrezzo per la fornitura di biscotti.
      Se proprio ti piace il cioccolato, giusto oggi potrei avere sotto mano quello che fa al caso tuo :)))))

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: