Biscotti riso e pistacchio, profumati al cardamomo

Biscotti pistacchio e cardamomo

Adesso che l’ho provato, finirò per produrre prelibatezze profumate al cardamomo senza soluzione di continuità. Già lo so.

Quando mi appassiono, sono come Stitch di fronte all’erba gatta, ovvero senza ritegno.

Il Sig. Wikipedia racconta che il cardamomo era conosciuto fin dai tempi dei Greci e dei Romani. Veniva utilizzato per produrre profumi e attualmente sembra essere la terza spezia più cara al mondo dopo zafferano e vaniglia.

Ora, come io abbia potuto starne lontana per tutto questo tempo, senza rendermi conto che Cardamomo-I-Love-You, rientra nella categoria dei misteri inspiegabili che mai avranno una risposta.

Ciò detto, da oggi si volta pagina.

Il frutto si presenta come una capsula contenente tanti piccoli semi di colore marrone-nero, sono proprio i semi la prelibatezza delle prelibatezze. Sono delicati e perdono molto rapidamente il proprio aroma, proprio per questo é bene comprare il cardamomo in capsule e ricavarne i semi al momento del bisogno.

La ricetta proviene da Regali Golosi edito dalla Giunti e firmato Cavoletto di Bruxelles. Ve ne avevo già parlato la scorsa settimana, raccontandovi quei deliziosi Biscotti alla Vaniglia che ormai chi se li ricorda più.

E quindi in una specie di staffetta tutta burro e dolcezza, eccovi una nuova proposta da sgranocchiare quando non-è-proprio-fame-ma-è-più-voglia-di-qualcosa-di-buono.

Oppure quando vi si spalma sul muso un sorriso nostalgico pensando a un felino peloso, senza ritegno davanti all’erba gatta.

5.0 from 1 reviews
Biscotti pistacchio e cardamomo
Autore: 
Porzioni: per 50 biscottini
 
Cosa vi serve
  • 300 gr di farina di riso
  • 200 gr di burro
  • 200 gr di zucchero
  • 100 gr di pistacchi sgusciati + 3 cucchiai per decorare
  • 1 uovo + 1 tuorlo
  • una punta di cardamomo in polvere
Mettiamoci al lavoro
  1. Lavorate con la frusta il burro morbido e lo zucchero.
  2. Aggiungete l'uovo e il tuorlo sbattuti, poco alla volta.
  3. Unite la farina di riso, i pistacchi frullati e ridotti in polvere e il cardamomo.
  4. Mescolate e fate riposare in frigorifero per un'ora.
  5. Riprendete l'impasto e formate delle palline grandi come una noce.
  6. Disponete in cima a ogni biscotti la granella di pistacchi e infornate in forno già caldo a 190 gradi per circa 20 minuti

Pin It
Print Friendly, PDF & Email

18 pensieri su “Biscotti riso e pistacchio, profumati al cardamomo

  1. alix

    Un’amica mi ha appena regalato del cardamomo (rigorosamente in capsule), che non ho mai assaggiato ma mi incuriosisce parecchio…chissà se anche io ne resterò conquistata?!

    Rispondi
  2. lemilleeunatorta

    Quella ricetta attirava tantissimo anche me! Appena ne avrò occasione la proverò!!
    Anche io ho scoperto il cardamomo lo scorso inverno, l’ho comprato spinta dalla curiosità e prima di usarlo ne ho fatto passare di tempo: il suo profumo era troppo forte e avevo paura che coprisse gli altri sapori!
    Invece, meraviglia! Una volta l’ho aggiunto alla brisè per fare una crostata di mele e poi l’ho usato in alcuni biscotti con le mandorle favolosi!

    Rispondi
  3. Megarahwitch/La Strega

    Il cardamomo lo adoro anche io, se poi lo uniamo ai pistacchi… slurp!

    Bellissima questa ricettina biscottosa!
    E mi permetto anche di aggiungere che, previo controllo che la farina di riso non sia stata soggetta a contaminazioni crociate, questi biscottini sono assolutamente gluten free. XD

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Ricordavo la tua passione per il cardamomo!
      Mi sono persa via quando ho scritto il post, ma volevo proprio segnalarla come ricetta gluten free. Dev’essere un problema di età o di eccesso di zuccheri! 😀

      Rispondi
  4. Francesca Palmieri

    … Gatti che saltano da tutte le parti?! Ma sono a casa!!!! 😀
    Sono arrivata qui dall’ultimo post di Manuela (adoro il suo blog!) e sono contenta di averti scoperto! Vedo già un sacco di ricette da segnare e leggere con curiosità!
    Io voto per le staffette tutto burro e dolcezza. Non mi importa di vincere, basta che mangio cose buone! E per inciso, il mio Ulisse snobba l’erba gatta e preferisce l’erba cipollina. L’ho capito poco tempo fa, quando ho messo il vasetto sul davanzale. E lui ha sempre il muso dentro! Intenditore…

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Ciao Francesca e benvenuta!
      Ho già un debole per il tuo Ulisse, spero di rileggerti e intanto mi segno il tuo blog così passo a trovarti! 🙂

      Rispondi
  5. Marta

    Ciao Sweetie!! Adoro veramente il tuo blog!! Una domandina – ina .. Anzi due 🙂 la prima è come faccio a tritare i semi di cardamomo? Perché io ho quelli e non so come si usano!! E la seconda è..a me i biscotti , non so perché, mi vengo o sempre duri! Mai friabili 🙁 come posso fare per renderli più morbidi??

    Marta

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Ciao! Io – poco ortodossa – picchio di spigolo le bacche con il pestacarne e ricavo i semini 🙂
      Sui biscotti duri invece… Bella domanda! Se gli ingredienti sono giusti potrebbe essere un problema di cottura. Che dici? Magari il tuo forno é “aggressivo” e richiede una temperatura un po’ più bassa, torte e altre preparazioni come vengono? Fammi sapere come escono questi! 😀

      Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Mica facile ricordare! Vediamo cosa avevo scritto…
      Si ecco! Direi che escono un pò meno compatti, non li stendi con il mattarello , fai una pallina di impasto con le mani e via in forno! Fai riposare l’impasto, mi raccomando, così non rischi che si affloscino in cottura! 🙂

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: