Buttermilk Quick Bread al pesto

Cake salato profumato al pesto

Questo ve lo ricordate?

Ve l’ho raccontato qualche settimana fa nella versione base, proponendovi quello che avevo scoperto in questo articolo, bellissimo e subito salvato nei preferiti. Vi avevo raccontato un impasto versione 1.0 e tutta una serie di varianti che invitavano alla sperimentazione da paciugo come non ci fosse un domani.

Che poi, se anche non ve lo ricordate, mica mi offendo, io non ricordo mai niente! Ecco un breve riassunto delle puntata precedenti:

“Oltreoceano (ma non solo) lo chiamano bread ma insomma, se noi pensiamo al pane ci immaginiamo una pagnotta o un filoncino o una michetta, certamente niente che possa prendere la forma di un plumcake. Resta il fatto che è buonissimo, sia in versione dolce che in versione salata, ed è una di quelle ricette che si prestano a mille esperimenti di sicura riuscita”.

Oggi vi racconto la versione con il pesto.

Cake_salato_profumato_pesto_01_600x900

E poi, se vi siete persi i commenti di Topi, vi riporto pari pari gli esperimenti che ha fatto, ringraziandola infinitamente per averli condivisi!

“Fatto con metà farina integrale e metà 00 (anche se ero tentata di farlo tutto con l’integrale… poi non ho voluto rischiare!) e con quello che avevo in casa: uvetta, nocciole ed 1 pera, aromatizzato con cannella, noce moscata e vanillina. Anche se quindi fatto una versione dolce, ho comunque ridotto lo zucchero ad un cucchiaio (sono perennemente a dieta!) e gli ho aggiunto giusto una spruzzata mini di scrippo d’acero”.

“Ehm… proprio in questo momento ho infornato il secondo!  Dato che ho trovato una ricetta che mi piace, ne approfitto per smaltire il restante latticello e surgelare! Anche in questo caso ho di nuovo fatto metà integrale e metà 00, un cucchiaio di zucchero ma ho usato l’olio invece del burro e niente sciroppo d’acero. Questo è al caffè e… cruesli Quaker al cappuccino al cioccolato! “

Che ne dite, sperimentiamo?

Cake salato profumato al pesto
Porzioni: teglia plumcake da 25 cm
 
Cosa vi serve
  • 300 gr di farina 00
  • 15 gr di zucchero
  • 1 cucchiaino e ½ di lievito
  • ½ cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaino di sale
  • 240 gr di buttermilk
  • 50 gr di burro
  • 1 uovo
  • 60 gr di pesto
  • 50 gr di parmigiano grattuggiato
Mettiamoci al lavoro
  1. In una ciotola capiente mescolate la farina, lo zucchero, il parmigiano grattuggiato, il lievito, il bicarbonato e il sale.
  2. Fate sciogliere il burro.
  3. In un’altra ciotola mescolate il burro sciolto con il latticello, aggiungete l’uovo e infine il pesto.
  4. Versate gradualmente gli ingredienti liquidi nella ciotola degli ingredienti secchi e mescolate l’impasto con un cucchiaio di legno fino a che la farina non risulta completamente assorbita. Non lavorate l’impasto più del necessario.
  5. Versate l’impasto nella teglia e mettete in forno già caldo a 180 gradi per 45/50 minuti.
  6. Conservate il pane nella pellicola a temperatura ambiente. Potete anche congelarlo, si conserva per 3 mesi.

Pin It
Print Friendly, PDF & Email

7 pensieri su “Buttermilk Quick Bread al pesto

  1. Topi

    O mamma… quando ho letto non ci credevo! 😮
    No, sono io che devo ringraziare te 🙂 per avermi/ci fatto conoscere questa ricetta, che è letteralmente una fi-ga-ta perchè è facile, veloce e buonerrima! E la cosa che mi lascia sempre stupefatta è che a vederlo sembra un mattone tipo arma impropria… ed invece rimane bello morbido!

    Confermo l’ottima riuscita con la farina integrale: provata sia in una versione da te proposta, quella con pomodori secchi, parmigiano ed erbette ed in una “simil” dolce (perchè metto sempre solo un cucchiaio di zucchero) con mela, uvetta e mandorle.

    Dato che sono di nuovo in possesso di latticello, già in previsione altre infornate che poi, per non ingozzarci come maiali nel giro di 24ore 😉 surgelerò già a fette. Rimane ottimo anche dopo essere scongelato!

    Davvero, sono io che ringrazio te! 🙂

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Ah che meraviglia! ^____^
      Pure io ho del latticello in frigorifero e stavolta proverò una delle tue versioni!
      Grazie davvero, troppo bello! 😀

      Rispondi
  2. clicca-ora

    Sono stato molto contento di aver trovato questo sito. Voglio dire grazie per il vostro tempo per questa lettura meravigliosa! Io sicuramente mi sto godendo ogni post e ho gi

    Rispondi

Rispondi a Francesca Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: