Biscotti semi di papavero e miele

Biscotti Miele e Semi di Papavero (2)

[Dormo poco, ma penso a colori. Scrivo parole e guardo foto]

[Ci provo]

Prometto che adesso la smetto, se non altro perché ho finito le scorte.

C’è chi dimentica i semi di papavero nell’ultimo cassetto della dispensa e li fa arrivare alla scadenza. Io ne consumo in quantità industriali e – di nuovo – sono riuscita a finire l’ennesima boccetta.

Ringrazio tutti coloro che sono venuti in mio soccorso, assicurandomi che il consumo sconsiderato di semi di papavero non crea alcun problema. O quasi.

Biscotti Miele e Semi di Papavero

Questi comunque dovete provarli.

Dovete avere la pazienza di lasciarli in una scatola di latta per almeno una giornata. Il tempo necessario perchè il miele, il limone e i semi di papavero facciano amicizia.

Poi, semplicemente, ne uscirete innamorati pazzi.

Biscotti semi di papavero e miele
Autore: 
 
Ricetta tratta da: http://www.highwallsblog.com/ con qualche variazione
Cosa vi serve
  • 75 gr di burro
  • 25 gr di brown sugar
  • 75 gr di miele
  • 1 cucchiaio di semi di papavero
  • 1 cucchiaio di scorza di limone grattugiata
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 220 gr di farina
Mettiamoci al lavoro
  1. Nella planetaria o con le fruste elettriche lavorate il burro e lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso
  2. Aggiungete il miele e continuate a lavorare il tutto.
  3. Unite i semi di papavero, la scorza e il succo del limone.
  4. In una ciotola a parte setacciate la farina e aggiungetela gradualmente al composto di burro.
  5. Se l'impasto dovesse risultare troppo morbido mettetelo in frigorifero per 10 -15 minuti
  6. Riprendete l'impasto, formate della palline da 2,5/ 3 cm e disponetele su una teglia coperta da carta forno.
  7. Schiacciate leggermente ogni pallina con una forchetta così da appiattirla
  8. Fate cuocere in forno già caldo a 180 gradi per 20 minuti circa. Sono pronti quando iniziano a dorare, controllate che il fondo dei biscotti non prenda troppo colore
  9. Fate raffreddare su un gratella e conservate in una scatola di latta.
  10. Se resistete, mangiateli il giorno dopo, saranno ancora più buoni!
Pin It
Print Friendly, PDF & Email

8 pensieri su “Biscotti semi di papavero e miele

  1. Francesca

    Mi raggomitolo dentro le tue parentesi quadre, che mi sento bene e mi ci (ri)specchio.
    Io non ho mai dimenticato i semi di papavero, mai. Forse perchè amo i papaveri e da piccola facevo la crocette sulla mano, tipo tatuaggio, con il loro cuore. Lo facevo nel giardino di mia nonna, dove crescevano liberi. Tra l’altro mia nonna era piena di questi vasetti con la chiusura con il gancio…
    ps: oggi anche io mi sono innamorata pazza di un cibo… parente strettissimo di Pomelo Lovvo. Shhh, non dico altro…

    Rispondi
  2. Vanessa

    Ma allora ha ragione Francesca a dire che sforni biscotti come se non ci fosse domani… E che biscotti! Certo… il giorno di riposo sarà difficile da rispettare! Molto felice di averti scoperta!

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Ciao Vanessa e ben trovata!
      Si, ho questa pericolosa dipendenza verso i biscotti…
      Il fatto é che qualcuno dovrà pur farsi carico di provare questo e quell’altro, no? 😀

      Rispondi
  3. panelibrienuvole

    So già che questi biscotti mi piaceranno da impazzire!
    Anche io adoro i semi di papavero, e dopo averli messi nei muffin con farina di riso oggi mi appresto a fare dei plumcake al cacao…ma con semi di papavero bianchi!! Fino a poco tempo non sapevo nemmeno che esistessero, ma appena li ho visti ne sono rimasta soggiogata…così ora la mia dipendenza è duplice! 🙂
    E poi, ovviamente, proverò anche i tuoi, che avendo anche il miele fanno decisamente al caso mio!
    Buona giornata,
    Alice

    Rispondi
    1. Sweetie Autore articolo

      Esistono quindi dei semi di papavero bianchi. Quindi nell’impasto bianco ci finiscono le lentiggini scure e nell’impasto scuro ci finiscono le lentiggini chiare. Non c’è fine ai danni. Sappi che ti lovvo 🙂

      Rispondi
      1. panelibrienuvole

        Oh sì, esistono!! Ed hanno anche un sapore differente da quelli scuri…o almeno così mi pare!
        Io il ho trovati in Austria, quando li ho visti sembravo impazzita… E mi è venuto naturale associarli al cacao pensando che risaltassero di più… 🙂
        Un abbraccio e buona giornata!
        AlicE

        Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: